"Lui è Patrick, il mio compagno, e quello che vedete è il suo straordinario sorriso. Un sorriso che il mostro che vive dentro di lui ha reso ormai solo un ricordo lontano". Comincia così il lungo appello di Luciana Grieco, che si è rivolta al web per cercare di mettere insieme i fondi necessari a pagare le spese per un costoso intervento, ultima speranza per l'amore della sua vita, Patrick Majda, colpito da una forma aggressiva di tumore al colon. Lo ha fatto aprendo una raccolta fondi su GoFundMe e chiedendo aiuto a chiunque possa dare una mano.

Patrick, 40 anni e di origine polacca, vive sin da bambino a Bologna, città dove ha conosciuto e si è innamorato di Luciana. Il loro primo incontro ad una lezione di tango, poi da lì è nato il sogno di una vita insieme, che però è stato quasi infranto nel gennaio del 2018 quando a lui è stato diagnosticato un tumore maligno: "adenocarcinoma mucinoso al colon con KRAS mutato, con metastasi al fegato", ha scritto Luciana, sottolineando anche il fatto che proprio per questo non potranno mai avere un bambino.

Dopo aver subito un delicato intervento chirurgico, Patrick è stato in coma per 5 giorni. Come racconta la sua compagna, "i medici non si pronunciavano ma la sua forza di volontà e voglia di vivere lo hanno riportato tra noi.
Dopo oltre 40 giorni in ospedale ha recuperato le forze è si è sottoposto a 5 mesi di chemioterapia, che purtroppo non hanno dato l'esito sperato. Ha quindi cambiato terapia, ma purtroppo il tumore si è dimostrato resistente anche a questa chemio". Al momento, non essendoci in Italia altre cure possibili, anche sperimentali, la sua unica speranza di sopravvivenza è negli Stati Uniti e precisamente "presso il Penn Medicine's Abramson Cancer Center Clinical di Philadelphia, Pennsylvania. Qui ci sono ben tre possibili protocolli di cui due immunoterapici: il TRK Inhibitor (serve a fermare la proliferazione delle cellule tumorali), il Hu5F9-G4(agisce contro la proteina CD47 che inibisce l'attività antitumorale dell'organismo) il CDX-1140 (potenzia l'azione dei linfociti T, che sono le cellule che di fatto uccidono le cellule tumorali)".

La coppia non ha però la possibilità di coprire tutte le spese che un tentativo del genere comporterebbe. "Patrick è stremato dai dolori ma vuole continuare a vivere, vuole vedere nascere e crescere i suoi bambini, ha tutta la forza per farlo ma non può farlo da solo. Abbiamo bisogno del vostro aiuto", ha concluso Luciana. In soli 4 giorni sono stati già donati 21mila euro ed anche se la strada è in salita lei continua a sperare.