83 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Questa sera la Luna e Giove duettano nel cielo: come vedere la spettacolare congiunzione astrale

Oggi, 2 dicembre, sarà visibile a occhio nudo una magnifica congiunzione astrale tra la Luna e Giove. Ecco come e dove vederla.
A cura di Andrea Centini
83 CONDIVISIONI
Giove, credit: NASA, Luna credit: Andrea Centini
Giove, credit: NASA, Luna credit: Andrea Centini

Nella serata di oggi, venerdì 2 dicembre 2022, potremo ammirare nel cielo una meravigliosa congiunzione astrale tra la Luna crescente e Giove, il più grande pianeta del Sistema solare. Si tratta del secondo “abbraccio” consecutivo tra i due corpi celesti dopo quello di ieri, uno spettacolo affascinante che coinvolge il secondo e il quarto oggetto più luminoso della volta celeste (il Sole è il primo e Venere è il terzo). Il satellite della Terra oggi si trova già oltre la fase di Primo Quarto e si dirige speditamente verso la Luna Piena “Fredda” di giovedì 8 dicembre, giorno dell'Immacolata concezione. Ecco tutto quello che c'è da sapere per non perdersi il “valzer” tra le stelle.

Poiché sia la Luna che il gigante gassoso in questo momento sono già sorti sugli orizzonti italiani, la congiunzione astrale avrà inizio non appena i raggi solari si attenueranno a tal punto da far emergere astri e pianeti. Giove sarà proprio il primo dei “puntini” a fare capolino, essendo uno degli oggetti più luminosi del firmamento. La Luna è invece visibile sin dalle 14:00 circa, da quando è sorta a Est. Tra le 17:30 e le 18:00 la congiunzione astrale sarà visibile a occhio nudo da tutta Italia e proseguirà fino all'1:30 circa di notte, quando Giove sparirà oltre l'orizzonte occidentale.

Credit: Stellarium
Credit: Stellarium

I due oggetti, che inizieranno la “cavalcata” sulla volta celeste nel cielo orientale, saranno abbracciati da tre costellazioni: quella dei Pesci in alto, l'Acquario a destra e la Balena in basso. Riconoscere Giove sarà semplicissimo; è infatti molto più luminoso di qualunque altro oggetto nei pressi della Luna, posta alla sua sinistra a pochi gradi di distanza. Ricordiamo inoltre che, come accade per tutti gli altri pianeti del Sistema solare, la luce di Giove non “brilla”, perché è quella riflessa del Sole e non viene prodotta dalle reazioni nucleari, come avviene nelle stelle (che hanno una luce “scintillante”).

Meteo permettendo, la congiunzione astrale di stasera sarà un'occasione perfetta per ammirare il cielo con un telescopio. Le fasi intermedie della Luna (Primo Quarto e Ultimo Quarto) sono infatti tra le migliori in assoluto per ammirare crateri, maria e catene montuose, grazie alla luminosità non troppo intensa del satellite. Inoltre Giove garantisce sempre un grande spettacolo; è sufficiente un piccolo telescopio per osservare le caratteristiche bande colorare della sua violentissima atmosfera (con i venti più veloci e le tempeste più grandi del Sistema solare) e i quattro satelliti galileiani Io, Ganimede, Callisto ed Europa.

83 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views