438 CONDIVISIONI
18 Marzo 2022
9:45

L’infezione dopo il vaccino Covid aumenta la risposta anticorpale contro Omicron

Lo indicano i risultati di uno studio appena pubblicato sulla rivista dell’American Society for Microbiology che ha fatto luce sull’immunità negli individui con doppia vaccinazione.
A cura di Valeria Aiello
438 CONDIVISIONI

L’infezione da Sars-Cov-2 nei vaccinati con due dosi di Astrazeneca o Pfizer aumenta la risposta anticorpale neutralizzante contro le varianti di preoccupazione, compresa Omicron. Lo indicano i risultati di un nuovo studio appena pubblicato su mBio, la rivista scientifica dell’American Society for Microbiology, che ha fatto luce sull’immunità nelle persone con doppia vaccinazione in seguito al contagio.

Nell’indagine, condotta quando la variante Delta era predominante, i ricercatori hanno esaminato i campioni di siero raccolti presso il St. Thomas’ Hospital di Londra da 42 persone risultate positive al Covid-19 dopo il primo ciclo vaccinale, verificando se gli anticorpi prodotti in seguito all’infezione da Delta erano in grado di neutralizzare diverse varianti di preoccupazione. La stessa valutazione è stata fatta prendendo in esame campioni di siero di 12 persone non vaccinate che hanno contratto un’infezione da Delta nel periodo di studio.

Differenze nella risposta anticorpale neutralizzante tra individui con infezione da Delta (A) e individui vaccinati con due dosi che hanno poi contratto un’infezione rivoluzionaria da Delta (B). In nero la neutralizzazione contro il virus originario (Wuhan), in blu contro Alpha (B.1.1.7), in viola conto Delta (B.1.617.2), in rosso contro Mu (B.1.621) e in arancione Beta (B.1.3519) / Lechmere M et al. mBio 2022.
Differenze nella risposta anticorpale neutralizzante tra individui con infezione da Delta (A) e individui vaccinati con due dosi che hanno poi contratto un’infezione rivoluzionaria da Delta (B). In nero la neutralizzazione contro il virus originario (Wuhan), in blu contro Alpha (B.1.1.7), in viola conto Delta (B.1.617.2), in rosso contro Mu (B.1.621) e in arancione Beta (B.1.3519) / Lechmere M et al. mBio 2022.

L’analisi ha evidenziato che nei vaccinati l’infezione da Delta nei vaccinati con due dosi ha indotto una risposta di richiamo delle IgG rapida e robusta, che ha avuto un’ampia attività neutralizzante contro diverse varianti di preoccupazione.

Differenze nella risposta anticorpale neutralizzante tra individui con infezione da Delta (A) e individui vaccinati con due dosi che hanno poi contratto un’infezione rivoluzionaria da Delta (B). In nero la neutralizzazione contro il virus originario (Wuhan), in viola conto Delta (B.1.617.2), in celeste contro Omicron (B.1.1.529). In rosso la potenza di neutralizzazione media rispetto ai tre ceppi / Lechmere M et al. mBio 2022.
Differenze nella risposta anticorpale neutralizzante tra individui con infezione da Delta (A) e individui vaccinati con due dosi che hanno poi contratto un’infezione rivoluzionaria da Delta (B). In nero la neutralizzazione contro il virus originario (Wuhan), in viola conto Delta (B.1.617.2), in celeste contro Omicron (B.1.1.529). In rosso la potenza di neutralizzazione media rispetto ai tre ceppi / Lechmere M et al. mBio 2022.

Riguardo Omicron, in particolare, gli studiosi hanno osservato che la potenza di neutralizzazione è risultata ridotta di 4,5 volte contro Omicron rispetto a Delta, mentre è stata ridotta di 28,9 volte nelle persone non vaccinate, sottolineando l’importanza della vaccinazione nell’indurre una risposta anticorpale cross-reattiva rispetto alla sola infezione.

Nel complesso, l’infezione nei vaccinati aumenta efficacemente la risposta al vaccino, il che potrebbe fornire un’ampia protezione contro le attuali varianti di preoccupazione – ha affermato la coautrice dello studio, Katie Doores del Dipartimento di malattie infettive del King’s College di Londra – . Recenti studi hanno mostrato che una terza dose di vaccino aumenta drasticamente la risposta anticorpale neutralizzante, in particolare contro Omicron, ma i nostri dati suggeriscono che l’infezione da Delta nei vaccinati con due dosi può anche fungere da efficace richiamo”.

438 CONDIVISIONI
La quarta dose di vaccino Covid meno efficace contro Omicron: “Non previene l'infezione”
La quarta dose di vaccino Covid meno efficace contro Omicron: “Non previene l'infezione”
I vaccini Covid restano efficaci anche contro Omicron 2: dati positivi dal Regno Unito
I vaccini Covid restano efficaci anche contro Omicron 2: dati positivi dal Regno Unito
La terza dose di vaccino Covid nei bambini aumenta gli anticorpi contro Omicron di 36 volte
La terza dose di vaccino Covid nei bambini aumenta gli anticorpi contro Omicron di 36 volte
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni