Un attico da 700 metri quadri a Palazzo San Carlo: è lì che si trasferirà Tarcisio Bertone, ex segretario di stato Vaticano, ma la notizia non è andata giù a Papa Francesco: il Santo Padre, infatti, da sempre invoca umiltà e fa sfoggio di sobrietà, tanto da aver rinunciato alla residenza papale per abitare in un appartamento a Santa Marta di appena 70 metri quadri: 10 volte più piccolo di quello dove andrà il cardinale. A quanto pare non appena Bergoglio è stato informato che il suo vicino di casa avrebbe vissuto in una vera e propria reggia è andato su tutte le furie, anche se cacciare di casa l'inquilino non sarà affatto impresa facile. Non è un caso che Francesco qualche giorno fa si sia scagliato contro o i preti "untuosi, sontuosi e presuntuosi", che devono avere invece "come sorella la povertà".

Tarcisio Bertone non è più segretario di Stato Vaticano ma ricopre solo l'incarico di Camerlengo. A quanto pare si stanno mettendo a punto gli ultimi ritocchi, poi l'appartamento di 700 metri quadri sarà pronto e il cardinale ci si potrà trasferire. Di contro l'attuale Segretario Parolin non è apparso affatto piccato per la non disponibilità di una casa altrettanto sfarzosa. Voluto da papa Francesco, il veneto si è subito adeguato allo stile sobrio del Santo Padre e fin dal suo ritorno dal Venezuela vive in un residence al quinto piano di Santa Marta, non lontano da Bergoglio.