Una pallonata al petto mentre giocava a calcio con i suoi coetanei al parco pubblico: così un ragazzo di soli 13 anni è crollato a terra, il suo cuore ha smesso di battere per qualche secondo. Fino a che i sanitari del 118, intervenuti subito sul posto, sono riusciti a rianimarlo. Il 13enne è stato subito dopo portato via d’urgenza in elicottero e trasportato all’ospedale infantile Regina Margherita di Torino. Le sue condizioni, però, sembrano essere ancora gravissime. Il drammatico episodio, che ha causato il ricovero del ragazzino, è avvenuto a Gozzano, in provincia di Novara. Il 13enne stava giocando nel parco pubblico del paese di Gozzano insieme ad alcuni coetanei quando è stato colpito dalla pallonata al petto. Gli amici che si trovavano con lui al parco sarebbero rimasti sotto shock dopo aver visto il 13enne accasciarsi a terra all’improvviso dopo la pallonata che lo ha colpito e che gli ha fermato il battito.

L’episodio è avvenuto nel tardo pomeriggio di domenica 14 aprile. Subito dopo l’intervento dei sanitari e dell’elisoccorso che lo ha poi trasportato a Torino, il ragazzino è stato ricoverato all’ospedale Regine Margherita. Ma sulle sue condizioni non viene sciolta ancora la prognosi e le informazioni finora arrivate sono pochissime. Non è inoltre chiaro per quanto tempo si sia fermato il battito del cuore del 13enne, che ha avuto l’arresto cardiaco appena colpito dalla pallonata, accasciandosi a terra e rimanendo in condizioni drammatiche fino all’arrivo dei soccorsi del 118.