Le fiamme nella Lamufet, una fabbrica che opera nel settore dell’ecologia. I quattro operai in gravi condizioni, tutti marocchini, sono stati trasportati d’urgenza al Cto di Torino. La procura apre un’inchiesta.

Una donna di quaranta anni e i suoi due figli, un bambino di otto anni e la sorella di undici, hanno riportato ustioni sul 50 percento del corpo a seguito dell'incendio divampato nel loro appartamento in una palazzina di due piani in via Santissima Annunziata a Firenzuola, nella provincia di Firenze. L'incendio, stando a una prima ricostruzione, sarebbe scaturito per cause accidentali, forse durate un gioco tra i bambini. L'ipotesi ritenuta più probabile è che i due fratellini, mentre giocavano con un accendino nel salotto di casa, abbiano dato fuoco al divano scatenando il rogo che poi è stato domato dai vigili del fuoco del distaccamento di Borgo San Lorenzo, che ora collaborano con i carabinieri per stabilire con esattezza quanto accaduto. I vigili del fuoco sono intervenuti presso la palazzina di Firenzuola quando in loco era già giunto il personale del 118 che aveva soccorso le tre vittime del rogo.

Entrambi i bambini ricoverati in prognosi riservata – Madre e figli, tutti di nazionalità albanese, inizialmente sono stati trasportati all’ospedale del Mugello ma poi la donna è stata portata presso il centro ustionati di Torino mentre i due bambini sono stati trasferiti all'ospedale pediatrico Meyer di Firenze. Entrambi i bambini sono ricoverati in prognosi riservata: la bambina si trova nel reparto di rianimazione mentre per il fratello i sanitari hanno disposto un immediato intervento chirurgico.