È tragico il bilancio dell'ennesima sparatoria che ha insanguinato gli Stati Uniti. Quattro persone sono morte e altre sei sono rimaste ferite nelle scorse ore nella cittadina di Fresno, nello stato della California, quando una o più persone hanno fatto fuoco contro i presenti durante una festa privata in casa. L'attacco armato è avvenuto nella serata di domenica ora locale mentre nell'abitazione erano presenti una quarantina di persone che si erano riunite per un party tra cui anche alcuni bambini. Ad essere colpite sono state una decina di persone che in quel momento si trovavano in giardino, fortunatamente tra di loro nessun bambino. Come ha spiegato la polizia locale accorsa sul posto, tre persone sono morte sul colpo e sono state trovate già cadavere nel giardino, la quarta invece è deceduta dopo il trasporto in ospedale.

In ospedale sono stati ricoverati anche gli altri sei feriti della sparatoria tra cui molti in condizioni gravi ma nessuno sarebbe in pericolo di vita. Tutte le vittime avevano dai 25 ai 35 anni, come ha spiegato il vicecapo della polizia di Fresno  Michael Reid. Gli inquirenti ora stano cercando di stabilire con certezza cosa sia accaduto ascoltando uno per uno gli atri partecipanti alla festa. Secondo una prima ricostruzione, il gruppo preso di mira stava guardando una partita di Football in tv quando una o probabilmente più persone hanno fatto fuoco all'impazzata dall'esterno verso il cortile dell'abitazione colpendo a caso i presenti.

Oltre ad ascoltare i testimoni, la polizia sta visionando anche le riprese delle telecamere di sorveglianza della zona. Al momento comunque non c'è nessun sospetto in custodia così come non si conosce il movente dietro al gesto. La polizia deve stabilire anche se gli aggressori avessero legami diretti con alcune delle vittime colpite nel sparatoria e sta indagando nell’area.