Ancora sangue nelle scuole statunitensi, due persone sono morte e altre sono rimaste ferite a causa di una sparatoria avvenuta nel liceo Saugus di Santa Clarita, a circa 40 miglia a nord di Los Angeles, nello stato della California. Lo hanno riferito le forze dell'ordine locali che hanno arrestato il colpevole, un 16enne, dopo una caccia all'uomo. Come mostrato dalle immagini delle tv locali, sul posto sono confluite numerose unità di polizia che hanno circondato l'edificio e fatto uscire i ragazzi con le mani alzate. Davanti alla Saugus High School anche numerose ambulanze e barelle che hanno trasportato fuori dalla scuola i feriti. Almeno due sarebbero in gravi condizioni. Un primo bilancio, fornito dai vigili del fuoco della contea di Los Angeles, parlava di almeno sette persone colpite tra cui diversi studenti ma la polizia ha rettificato il numero. L'ospedale cittadino aveva spiegato di aver ricoverato quattro pazienti, tre maschi e una donna tra cui tre in gravi condizioni poi un portavoce ha confermato che due dei pazienti sono deceduto: si tratta di uno studente di 14 anni e di una ragazzina sua coetanea, entrambi raggiunti da colpi di arma da fuoco.

La scuola interessata dalla sparatoria è frequentata da oltre 2300 studenti. La polizia ha avviato una caccia all'uomo per fermare un sospetto, un maschio di origine asiatica descritto dala polizia come un 16enne vestito di nero che è stato catturato dopo una ricerca che si è concentrata nella macchia che si estende dietro la scuola e adiacente ad un corso d'acqua. Dopo l'allarme, scattato intorno alle 8 ora locale, la zona è stata completamente isolata e messa in lockdown dalla polizia, altre scuole vicine come la Rosedell and Highland Elementary sono state chiuse e poi fatte evacuare dagli agenti. L'ufficio dello sceriffo della contea ha avvertito che è stato istituito anche un punto di raccolta per i genitori degli alunni evacuati. La polizia ha invitato a evitare l'area consigliando ai residenti di rifugiarsi in luoghi al chiuso e segnalare qualsiasi attività sospetta prima dell'avviso che il sospetto era stato fermato e preso in custodia. Il sospetto è rimasto ferito durante il fermo ed è stato trasportato subito in ospedale per ricevere le cure necessarie. "Il sospetto è un maschio di 16 anni e le sue vittime sono tutti ragazzini. I nostri pensieri e preghiere sono a sostegno delle vittime, delle loro famiglie e dell'intera comunità" ha dichiarato la polizia.