Una scheda SD abbandonata etichettata "Homicide at midtown Marriott" scoperta in una strada di Anchorage, in Alaska, ha portato all'arresto di una persona con l'accusa di omicidio di primo grado. Secondo l'Associated Press, la scheda conteneva 39 immagini e 12 video che descriverebbero una brutale aggressione ai danni di una donna in un hotel, incluso uno strangolamento da parte dal suo aggressore. Altre immagini sulla scheda mostravano la donna "sdraiata a faccia in giù su quello che sembrava essere un cassone di un camion", secondo i pubblici ministeri.

Le autorità ritengono che la donna mostrata nel video sia la stessa i cui resti sono stati trovati il ​​2 ottobre scorso vicino all'incrocio tra Seward Highway e Rainbow Valley Road, a sud-est di Anchorage, ma non sono ancora riusciti a identificarla pubblicamente. Il materiale rinvenuta sulla scheda di memoria ha anche aiutato la polizia a capire ciò che credevano fosse accaduto e a fissare una linea temporale dell’omicidio. Il New York Times riferisce che durante un’ispezione al TownePlace Suites by Marriott Anchorage Midtown, la polizia ha scoperto che la moquette dell'hotel corrispondeva a quella mostrata nelle immagini e nei video della SD. Le immagini trovate sulla scheda sono datate tra il 4 settembre e il 6 settembre, mentre l'hotel ha confermato alla polizia che l'uomo nel video aveva preso una stanza dal 2 settembre al 4 settembre. Le ultime immagini sulla carta risalgono alle 1.12 del 6 settembre.

Brian Steven Smith
in foto: Brian Steven Smith

Le autorità hanno identificato l'uomo nelle foto come Brian Steven Smith. I dati del telefono cellulare del sospettato, ottenuti tramite un mandato, mostravano una foto di Smith dell'1: 07 delle 6 settembre vicino a dove sono stati scoperti i resti della vittima. La polizia crede che Smith, che è detenuto su cauzione di $ 500.000, abbia filmato l'attacco, anche se non ha specificato se fosse lui quello che ha effettivamente etichettato la scheda SD con "Homicide at midtown Marriott”.