Era diventata immediatamente virale la foto che mostrava un consigliere del premier turco Recep Tayyip Erdogan mentre prendeva a calci un manifestante a terra a Soma, dove un incidente in miniera ha provocato la morte di oltre 300 persone. Si tratta di una foto in cui il consigliere del premier Yusuf Yerkel, in un elegante gessato, camicia bianca, e cravatta grigia, sta per dare un calcio a un uomo tenuto a terra da due militari. E quel calcio alla fine il consigliere lo avrebbe dato considerato che, a causa di un dolore al piede destro, ha ottenuto anche un certificato di malattia. A renderlo noto è la stampa di Ankara. Il consigliere di Erdogan, dopo lo scontro col manifestante, si è fatto visitare la sera stessa in un ospedale di Ankara e un medico gli ha prescritto sette giorni di riposo per una leggera lesione al piede destro.

Come è stata giustificata l’aggressione del consigliere di Erdogan – Il portavoce del partito di Erdogan (che, appunto, per il disastro della miniera di Soma è stato duramente contestato) aveva tentato di giustificare l’aggressione del consigliere affermando che avrebbe reagito a una precedente aggressione per la quale i medici gli avevano prescritto un congedo malattia di 7 giorni. Hurriyet ricorda che secondo diversi testimoni il consigliere stava salendo su una delle auto del corteo ufficiale quando ha visto il giovane mantenuto a terra ed è andato a prenderlo a calci.