Diciassette persone sono morte a Dubai, a seguito di un incidente stradale che ha visto coinvolto un pullman proveniente dall’Oman. Lo rende noto la polizia degli Emirati Arabi Uniti, spiegando che le vittime sono di diverse nazionalità. In totale sono tre i feriti, mentre la polizia indaga sulle cause dell’incidente. Lo scontro è avvenuto alle 17:40 di ieri, presso l’uscita di Al Rashidiya. Abdullah Al Marri, capo della polizia locale, ha spiegato che si è trattato di “un tragico incidente che ha portato alla morte di persone innocenti”.

In base alle prime ricostruzioni riportate dai principali media locali, il bus si sarebbe schiantato contro un cartello stradale che avrebbe squarciato il finestrino posteriore, uccidendo praticamente sul colpo tutti i passeggeri seduti sul lato sinistro del mezzo, come si vede anche dalla foto “Uno dei nostri pullman partito di Muscat (capitale del Sultanato dell'Oman) e diretto a Dubai si è scontrato con una insegna stradale a Dubai nella serata di giovedì", ha detto la Società di Trasporto dell'Oman in un tweet rilanciato dalla tv di stato.

Nell'incidente "sono morte 17 persone, tra cui una donna, due cittadini dell'Oman e diversi cittadini asiatici e europei", ha spiegato la polizia degli Emirati sempre su Twitter.  I passeggeri sopravvissuti sono stati portati presso il vicino ospedale Rashid, e al momento vige il massimo riserbo sulla situazione. La Farnesina non è stata allertata, non si hanno notizia di italiani tra le vittime, ma nelle prossime ore si avranno maggiori dettagli sulle persone decedute.