19 Marzo 2021
18:21

Scomparso nello tsunami del 2004, è stato ritrovato 17 anni dopo in un ospedale psichiatrico

Dopo 17 anni, Abrip Asep, dichiarato scomparso e poi deceduto nello tsunami del 2004 in Indonesia, è stato ritrovato in un ospedale psichiatrico di Aceh. L’uomo avrebbe riportato gravi danni in seguito allo tsunami e da allora è ricoverato nella struttura che si è presa cura di lui. “Una benedizione inaspettata” hanno commentato i familiari.
A cura di Gabriella Mazzeo

Della sua morte erano ormai tutti certi: dai suoi familiari, fino ai suoi colleghi e amici. Abrip Asep, ex agente di polizia indonesiano, era stato dichiarato prima disperso e poi deceduto in uno tsunami che aveva colpito l'Indonesia nel 2004. Era in servizio il giorno di Santo Stefano di quell'anno quando un violento maremoto si scatenò al largo di Sumatra, dando poi origine a uno tsunami con onde altissime che hanno causato la morte di 230mila civili. I feriti furono mezzo milione e cinque milioni gli sfollati. Asep era stato dichiarato dapprima scomparso, poi deceduto perché non era mai stato ritrovato.

La sua famiglia aveva ormai iniziato a fare i conti con quel dolore, convivendoci ogni giorno. La speranza di ritrovare Asep era completamente svanita. Diciassette anni dopo, invece, l'uomo è stato localizzato ancora vivo in un ospedale psichiatrico della provincia di Aceh. Lo tsunami aveva provocato in lui traumi e disturbi psichici che gli erano valsi il ricovero all'interno della struttura dove ha passato quasi 20 anni da quel giorno. Il ritrovamento sarebbe avvenuto per caso secondo quanto riportano anche i media locali: a permettere il riconoscimento di Asep, insicuro anche della propria identità ormai, alcune foto postate sui social che hanno ricondotto a lui. Dopo 17 anni, i parenti credevano che fosse morto.

Ai media locali hanno espresso il loro sconcerto nell'apprendere l'improvvisa notizia. L'uomo, che era scomparso senza lasciare ovviamente sue tracce, era stato per tutto quel tempo in un ospedale psichiatrico che si era preso cura di lui. "Da 17 anni non avevamo sue notizie – racconta un parente a una Tv locale – e abbiamo ovviamente pensato che fosse morto. Dopo tanto tempo, per noi era certo che fosse così. Non immaginavamo che fosse ancora vivo e rinchiuso in un ospedale". Nonostante l'insolita storia, la famiglia ha accolto la notizia come un vero e proprio miracolo. "Siamo molto felici di averlo ritrovato – hanno raccontato increduli – e non credevamo fosse possibile". Un portavoce della polizia di Aceh ha chiarito che non è ancora stato definito se i familiari sono al corrente dell'ospedale psichiatrico nel quale si troverebbe Asep.

Siberia, tutti vivi i 17 passeggeri a bordo del volo scomparso dai radar questa mattina
Siberia, tutti vivi i 17 passeggeri a bordo del volo scomparso dai radar questa mattina
Cina, padre ritrova figlio rapito dopo 24 anni: la loro storia ha ispirato il film "Perdita e amore"
Cina, padre ritrova figlio rapito dopo 24 anni: la loro storia ha ispirato il film "Perdita e amore"
Davide muore a 18 anni dopo le dimissioni: “Non aveva mai avuto problemi”, ispettori in ospedale
Davide muore a 18 anni dopo le dimissioni: “Non aveva mai avuto problemi”, ispettori in ospedale
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni