Sentenza record in Gran Bretagna per Joseph McCann, trentaquattrenne conosciuto anche come “l’orco di Harrow” ritenuto uno stupratore e pedofilo seriale che è stato capace di aggredire sessualmente undici donne e diversi bambini nel giro di appena due settimane. Aggressioni avvenute fra aprile e maggio nell’area di Manchester e in altre zone dell'Inghilterra. Lo stupratore e pedofilo, riconosciuto colpevole tre giorni fa di fronte a una giuria popolare presso la corte londinese di Old Bailey di ben 37 episodi criminali e di una lunga lista di capi d'imputazione fra cui violenza sessuale, possesso di coltello e sequestro di persona, si è visto infliggere oggi 33 ergastoli dal giudice. Il giudice che ha pronunciato la sentenza ha definito McCann "un codardo, un bullo violento e un pedofilo" e ha sottolineato che mai aveva provato dispiacere per quanto fatto. Dovrà scontare un minimo di 30 anni in carcere prima di poter ottenere qualunque eventuale beneficio.

Abusi su vittime tra gli 11 e i 71 anni: "Pericoloso maniaco sessuale" – Joseph McCann, originario di Harrow, è accusato di aver compiuto abusi su vittime di età compresa fra gli 11 e i 71 anni. Fra gli episodi più sordidi, lo stupro di una donna, madre di famiglia, e le molestie nello stesso attacco a due dei suoi figli. L'uomo è stato definito dall'ispettrice di polizia Katherine Goodwin "uno dei più pericolosi maniaci sessuali mai visti da questo Paese". Era stato scarcerato in anticipo a febbraio, "per errore", dopo una precedente condanna per furto. Alcune delle vittime di McCann erano presenti in tribunale, a differenza dell’imputato che non ha partecipato al processo, per la pesante condanna arrivata oggi.