637 CONDIVISIONI
26 Settembre 2021
13:00

Referendum sui matrimoni gay, in Svizzera vince il sì: via libera alle nozze omosessuali

In Svizzera vince il sì al referendum sulle nozze gay. Dopo la legge approvata dal Parlamento quasi un anno fa e il referendum richiesto e ottenuto dai conservatori, la popolazione si è espressa: le coppie omosessuali potranno sposarsi. La Svizzera si adegua così a gran parte dei Paesi europei. L’Italia, invece, è ancora indietro.
A cura di Tommaso Coluzzi
637 CONDIVISIONI

La volontà popolare conferma quando già approvato dal Parlamento. È di poco meno di un anno fa, era dicembre 2020, la notizia dell'approvazione, in Svizzera, di una legge che permette i matrimoni omosessuali. Non c'è stato neanche il tempo di gioire che i partiti conservatori, contrari alla misura, hanno annunciato che avrebbero fatto ricorso al referendum e, dopo appunto quasi un anno, hanno avuto la risposta popolare: secondo la proiezione dell'agenzia di sondaggi gfs.bern per le emittenti pubbliche svizzere, il 64% degli elettori ha votato a favore della misura nel referendum nazionale che si è tenuto oggi. Risultati definitivi sono a già a disposizione per il canton Glarona, dove il testo è stato approvato con il 61,12% dei voti, e Nidvaldo, dove il sì ha raggiunto il 61,57%.

Il Parlamento svizzero e il Consiglio federale hanno sostenuto il provvedimento "Matrimonio per tutti" e i risultati si sono visti. La Svizzera ha autorizzato le unioni civili tra persone dello stesso sesso già nel 2007, ma con la novità appena approvata, secondo i sostenitori della misura, i partner omosessuali verranno messi finalmente sullo stesso piano legale delle coppie eterosessuali, ad esempio consentendo loro di adottare bambini e facilitando la cittadinanza per i coniugi dello stesso sesso. Ma non solo: la nuova legge permette anche alle coppie lesbiche di utilizzare la donazione di sperma regolamentata, ma non anonima.

Oggi si è votato, a livello federale, anche per un altro referendum su una proposta di iniziativa popolare lanciata dai Giovani socialisti: "Sgravare i salari, tassare equamente il capitale". Il ha l'obiettivo di "lottare contro le disparità nella ripartizione della ricchezza e dei redditi". Ancora non sono noti i risultati della votazione, ma nei sondaggi i no erano prevalenti al 57%. Intanto l'Italia resta tra i pochissimi Paesi – insieme a Polonia e Ungheria – a non aver approvato i matrimoni gay, ma solo la legge sulle unioni civili.

637 CONDIVISIONI
In Svizzera un referendum per dire sì o no al Green Pass: vince il sì
In Svizzera un referendum per dire sì o no al Green Pass: vince il sì
Salario minimo, via libera del Parlamento europeo alla direttiva
Salario minimo, via libera del Parlamento europeo alla direttiva
Via libera del governo al ddl contro la violenza sulle donne, le ministre: "Vittime non sono sole"
Via libera del governo al ddl contro la violenza sulle donne, le ministre: "Vittime non sono sole"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni