138 CONDIVISIONI
La morte della Regina Elisabetta II
13 Settembre 2022
13:30

Perché Russia e Bielorussia non sono state invitate ai funerali di stato della Regina Elisabetta II

Russia, Bielorussia e Birmania non sono state invitate ai funerali della Regina Elisabetta II in programma a Londra lunedì 19 settembre: la decisione è stata presa a seguito della guerra intrapresa da Mosca in Ucraina.
A cura di Ida Artiaco
138 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
La morte della Regina Elisabetta II

Russia, Bielorussia e Birmania non sono state invitate a partecipare ai funerali di Stato della Regina Elisabetta II, che si terranno a Londra lunedì 19 settembre.

La decisione, senza troppe sorprese, è stata presa dal governo inglese, secondo quanto riferisce la BBC.

Mosca viene messa all'indice per la guerra in Ucraina, al pari della Bielorussia sua alleata, e della Birmania, a sua volta sanzionata dopo la stretta seguita all'ultimo golpe militare.

Nei giorni scorsi il presidente russo Vladimir Putin aveva inviato le sue condoglianze alla famiglia reale inglese: "Per decenni, la regina Elisabetta II ha goduto giustamente dell'amore e del rispetto dei suoi sudditi e di autorevolezza nello scenario mondiale", aveva detto, mentre il Cremlino aveva precisato che avrebbe atteso l'annuncio del protocollo della cerimonia prima di decidere chi inviare in sua rappresentanza. Ma l'invito non è arrivato.

L'Iran è invece invitato, ma soltanto al livello di ambasciatore. Alle esequie è attesa la presenza di circa 500 dignitari stranieri, inclusi capi di Stati o di governo, che potranno avere un unico accompagnatore. Per l'Italia, come è stato reso noto nei giorni scorsi, parteciperà il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Tra i leader hanno già confermato la loro presenza lunedì prossimo nella City per dare l'ultimo saluto alla sovrana, il presidente Usa Joe Biden e il brasiliano Jair Bolsonaro.

Londra si prepara così ad uno dei più grandi eventi degli ultimi anni. Si tratta del primo funerale di stato in Gran Bretagna da quello di Winston Churchill nel 1965. Solo il giorno del funerale di Elisabetta sono attese nella City oltre un milione di persone, numero che potrebbe superare quello registrato nel 1997 in occasione delle esequie dell'altrettanto amata Lady Diana.

Già da domani, quando sarà aperta la camera ardente a Westminster Hall, ci sarà un massiccio dispiegamento di forze dell'ordine. Fonti del governo hanno parlato di 1.500 soldati per aiutare gli steward a fare la fila, che potrebbe arrivare a durare circa 30 ore per poter dare l'ultimo saluto alla sovrana, e 10mila agenti di polizia.

138 CONDIVISIONI
226 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni