4.963 CONDIVISIONI
Coronavirus
4 Agosto 2021
15:56

Papà 42enne muore per Covid, la sorella: “Aveva rifiutato il vaccino, pensava di essere immortale”

John Eyers, papà di 42 anni ed esperto di costruzioni di Southport, nel Merseyside, Regno Unito, è morto per complicazioni del Covid-19 dopo aver rifiutato il vaccino. Il dolore della sorella gemella, che sui social ha raccontato la sua storia: “Era la persona più in forma e più sana che conoscessi. Pensava che seppure si fosse ammalato non gli sarebbe successo niente, credeva di essere immortale. Prima di morire ha detto agli infermieri che avrebbe voluto essere vaccinato”.
A cura di Ida Artiaco
4.963 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Non voleva farsi il vaccino, ma è stato contagiato dal Covid-19 e nel giro di quattro settimane è morto per le complicazioni legate all'infezione. Arriva dal Regno Unito la storia di John Eyers, papà di 42 anni ed esperto di costruzioni di Southport, nel Merseyside con la passione per le arrampicate e per il bodybuilding, deceduto dopo essere risultato positivo al Coronavirus e dopo aver rifiutato la somministrazione del vaccino. È stata la sua sorella gemella, Jenny, che invece ha ricevuto la prima dose lo scorso 10 maggio, a raccontare la vicenda alla stampa locale, dopo aver pubblicato una serie di tweet con la notizia che le sono anche valsi attacchi da parte dei no vax: "Era la persona più in forma e più sana che conoscessi. Pensava che seppure si fosse ammalato non gli sarebbe successo niente, credeva di essere immortale". Prima di essere ricoverato e poi di venire intubato, John ha detto agli infermieri che avrebbe voluto essere vaccinato. Ma le sue condizioni sono poi precipitate ed è deceduto in terapia intensiva, fino al decesso. Lascia la figlia di 19 anni.

"Mio fratello aveva scalato montagne in Galles e aveva fatto campeggio immerso nella natura quattro settimane prima della sua morte – ha continuato Jenny -. Aveva una grande fede nella propria immortalità. Pensava che se avesse contratto il Covid-19 sarebbe stato bene. Pensava che avrebbe avuto una malattia lieve. Non voleva vaccinarsi eppure nel suo corpo hanno iniettato numerosi farmaci durante il suo ricovero in ospedale". Infine, conclude: "Non sarebbe dovuto succedere, se solo mi avesse dato ascolto prenotando il vaccino. Lascia una mamma e un papà, una sorella (io) e una figlia di 19 anni. I miei due figli hanno perso il loro zio. Lo zio che giocava sempre con loro. La mia famiglia vuole che si sappia quello che è successo a John, affinché la sua storia possa salvare la vita di qualcuno. Perché il dolore e la perdita spingano le persone a farsi vaccinare".

4.963 CONDIVISIONI
27025 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni