Una giovane londinese, Destiny Wade, ha scoperto di avere un tumore al collo dell'utero e ha denunciato un ritardo della diagnosi a causa della pandemia di Coronavirus. Destiny, che ha 28 anni, aveva prenotato tempo fa un pap test, ma poi l'esame è stato annullato a causa del Covid-19. La giovane donna avrebbe dovuto sottoporsi al test lo scorso marzo. L’ultima volta lo aveva fatto nell’aprile del 2017 e non era emerso alcun problema. Poche settimane fa, purtroppo, la donna ha scoperto di avere un tumore e ha voluto parlare della sua esperienza anche per esortare le persone a non annullare le visite mediche. Wade, che lavora come infermiera, ha spiegato che ha iniziato a notare sintomi come il sanguinamento dopo il sesso, ma i medici l’avevano tranquillizzata dicendole che si trattava solo di una banale cisti. Lei però, preoccupata, ha insistito nel fare degli esami fino a quando non è arrivata la triste diagnosi.

"Ora ho un tumore grande quanto una palla da tennis" – “Quando ho sollevato il mio problema mi hanno detto che ero troppo giovane e che il rischio di avere il cancro cervicale era troppo basso. Mi hanno detto ‘Non sei una priorità' e che avrei potuto prendere un appuntamento nei prossimi 6 mesi. Ora ho un tumore grande quanto una palla da tennis”, lo sfogo della giovane di Londra. Destiny Wade, che nel frattempo ha avuto anche il Coronavirus e per settimane non ha lavorato, ha ora iniziato le cure per sconfiggere il tumore ma intanto ha detto di essere devastata dall’aver saputo che sicuramente non potrà avere figli.