Sta facendo il giro dei social, il video di una discussione avvenuta a Central Park che ha come protagonista un ragazzo afromericano e una donna col suo cane. A scatenare la reazione immotivata della donna è stata la richiesta del giovane di tenere il cane al guinzaglio. Lei come risposta ha chiamato la polizia sostenendo che un afroamericano stesse minacciando di morte lei e l’animale. I fatti sono evidenti dal video, condiviso migliaia di volte e in apertura di siti come la Cnn e il New York Post.

"Un afroamericano mi attacca"

Chris Cooper stava facendo bird-watching quando ha visto il cane che correva nel parco di New York. La risposta sconsiderata della donna alla sua richiesta lo ha portato a filmare. Al telefono Amy ripete tre volte “c’è un afroamericano che mi attacca, che mi minaccia”. Il video è stato condiviso sui social dalla sorella di Chris ed è immediatamente diventato virale. Amy Cooper, questo il nome delle donna,  si è scusata a lungo dopo l'incidente, con la Nbc di New York: "Chiedo scusa a quest'uomo e a tutta la sua famiglia. Anche a tutte le persone indignate che hanno visto il mio video".

La donna è stata licenziata

Non è bastato. Almeno per l'azienda di investimenti presso cui lavorava, che l’ha messa "in congedo temporaneo". "Noi prendiamo molto sul serio le questioni legate al razzismo", ha dichiarato una nota della Franklin Templeton. "Ci prendiamo il nostro tempo per un'indagine, e nel frattempo l'abbiamo esonerata". Non è tutto anche l'associazione animalista l'ha denunciata per maltrattamento di animali, requisendogli il cane. Nel video infatti si vede la bestia trascinata per il collo dalla donna mentre è al telefono. Il cane appare infastidito e forse sofferente di tale veemenza.