510 CONDIVISIONI
Ultime notizie sulla scomparsa di Maddie McCann
22 Giugno 2020
11:37

“Maddie McCann rapita e venduta ai pedofili”: parla l’amico di Christian Brueckner

“Brueckner si vantava di vendere bambini e credo proprio che Madeleine sia stata venduta a un rete di pedofili. Quando siamo stati incarcerati insieme ha ordinato a un amico tedesco di sbarazzarsi di qualsiasi prova”. Parla Michael Tatschl, ex compagno di cella di Christian Brueckner, il sospettato del caso Maddie McCann.
A cura di Angela Marino
510 CONDIVISIONI
Brueckner e Michael Tatschl
Brueckner e Michael Tatschl
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Ultime notizie sulla scomparsa di Maddie McCann

"Brueckner si vantava di vendere bambini e credo proprio che Madeleine sia stata venduta a un rete di pedofili, forse in Marocco. A quel tempo vivevo con lui. Lui era il mio migliore amico". Parla  Michael Tatschl, ex compagno di cella e amico di Christian Brueckner in Algarve. L'uomo, un vagabondo austriaco con reati di droga e furto nella sua fedina penale, ha dichiarato in diverse interviste di essere convinto della colpevolezza del criminale tedesco sospettato del caso di Maddie McCann, scomparsa nel 2007 a Praya da Luz. "So che l'ha fatto – ha detto riferendosi al sequestro di Maddie – ho capito che era stato lui nel momento in cui la polizia è venuta da me lo scorso aprile" ha detto al Sun.

Il nome di Tatschl è emerso la scorsa settimana dopo che le autorità portoghesi hanno concesso l'accesso ai documenti giudiziari di Brueckner. Tatschl e il 43enne hanno condiviso la cella per un breve periodo dopo essere stati sorpresi a rubare diesel dai camion. "Quando siamo stati incarcerati – ha detto a questo proposito – ha ordinato a un amico tedesco di sbarazzarsi di qualsiasi prova". "Non posso credere che i poliziotti portoghesi non abbiano ancora perquisito la sua vecchia casa a Praia da Luz, in Portogallo". Christian Brueckner ha vissuto in Portogallo per circa 20 anni in due case, spostandosi con un camper bianco e giallo e una Jaguar.

"Era un abile ladro – dice Tatschl – e saliva facilmente agli appartamenti del primo piano quando i turisti erano fuori. Avrebbe rubato tutto: denaro, oggetti di valore, passaporti, orologi". Secondo l'austriaco, tuttavia, il 3 maggio 2007 avrebbe sfruttato le sue abilità di scassinatore per sottrarre un bene molto più prezioso da un appartamento: un bambino. Era ossessionato dalla rete, afferma Tatschl e probabilmente la usava per "occuparsi di pornografia e droga" ha aggiunto.

Poco prima della scomparsa della bimba britannica a maggio 2007 Tatschl si era trasferito in Andalusia, in Spagna. "Brueckner si è presentato da me pochi giorni dopo la scomparsa – racconta – tra la fine di maggio e l'inizio giugno, alla guida di un camper Allegro Winnebago Tiffin". "Ho pensato che provenisse da un grosso affare di droga o qualcosa del genere", dice riferendosi all'acquisto del camper. "Ora però sospetto che quell'affare fosse il sequestro di Maddie". Christian Brueckner oggi è in cella in Germania per lo stupro di una turista tedesca. Se gli indizi a suo carico non dovessero condurre a un processo, potrebbe uscire dal carcere nel 2026.

510 CONDIVISIONI
Maddie McCann, gli inquirenti tedeschi: "Entro pochi mesi risolveremo il caso della scomparsa"
Maddie McCann, gli inquirenti tedeschi: "Entro pochi mesi risolveremo il caso della scomparsa"
Maddie McCann, la polizia tedesca vuole tornare Portogallo: "Abbiamo informazioni eccellenti"
Maddie McCann, la polizia tedesca vuole tornare Portogallo: "Abbiamo informazioni eccellenti"
Maddie, dal carcere Brueckner rifiuta di collaborare: "Se sono colpevole lo provino"
Maddie, dal carcere Brueckner rifiuta di collaborare: "Se sono colpevole lo provino"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni