La Danimarca ha deciso di abbattere tutti i visoni d'allevamento sul suo territorio nazionale perché avrebbero trasmesso a 12 persone nella regione dello Jutland una mutazione del Covid-19 minacciando l'efficacia di un futuro vaccino per l'uomo. Lo ha annunciato il primo ministro danese Mette Frederiksen, dicendo che tale abbattimento di massa "è necessario". La mutazione del virus trasmessa dai visoni non ha effetti gravi sugli uomini ma diminuisce l'efficacia degli anticorpi umani, minacciando quindi la realizzazione di un vaccino contro il Coronavirus. Secondo il primo ministro danese, continuare ad allevare visoni implicherebbe un rischio molto più alto per la salute pubblica, sia in Danimarca che all'estero. "È una decisione che noi come governo, prendiamo con il cuore pesante. Vorrei esprimere la mia vicinanza agli allevatori di visoni danesi. Molti di voi perdono il lavoro della vita", ha spiegato Frederiksen annunciando l'abbattimento di massa e facendo riferimento alle raccomandazioni delle autorità sanitarie nazionali. Per il capo della polizia nazionale Thorkild Fogde, l'abbattimento "dovrebbe accadere il prima possibile".

Vanno abbattuti tutti gli esemplari presenti in Danimarca – La Danimarca è uno dei più grandi esportatori di pelliccia di visone del mondo insieme alla Cina e nei suoi allevamenti vivono tra i 15 e i 17 milioni di visoni. Nelle scorse settimane sono già stati uccisi gli animali di 400 allevamenti dove c’erano casi di infezione da Covid-19 o che erano molto vicini ad altri allevamenti dove ce n’erano. Il ministro della Salute Magnus Heunicke ha detto che metà dei 783 casi di contagio nelle persone nel nord della Danimarca è legata ai visoni. In Danimarca su 5,8 milioni di persone in 50.530 si sono finora contagiati con il Covid-19. I decessi legati al virus invece sono stati 729.