video suggerito
video suggerito

India: più di 20 bambini morti dopo aver pranzato nella mensa scolastica

Il bilancio provvisorio è di 21 morti e decine di ricoverati in un ospedale. Il cibo era contaminato da pesticidi letali e conservanti. Per il primo ministro indiano è una “vergogna nazionale”.
A cura di Davide Falcioni
717 CONDIVISIONI
Immagine

Almeno 21 bambini sono morti e altre decine si trovano in ospedale dopo aver mangiato pasti gratuiti nella mensa di una scuola elementare dell'India Orientale, in un villaggio distante 80 chilometri da Patna in Bihar. La notizia è stata confermata dai funzionari asiatici, che hanno reso noto che i piccoli – di età compresa tra gli 8 e gli 11 anni, hanno accusato gravi malori dopo aver consumato il pranzo. Sahi, ministro della pubblica istruzione, ha spiegato che da una prima indagine sembra che il cibo sia stato contaminato con dei pesticidi ed altri conservanti. Gli esperti hanno spiegato che il lavaggio del cibo prima della cottura non avrebbe comunque potuto scongiurare la tragedia.

Karishma Vyas, inviato di Al Jazeera in India, ha detto che otto bambini sono ricoverati in gravissime condizioni. Il pasto è stato cucinato all'interno della mensa scolastica. Nitish Kumar, primo ministro, ha ordinato un'inchiesta mentre le autorità locali hanno sospeso la somministrazione di cibo ai bambini, ma è statao anche molto duro e in una breve conferenza stampa ha definito la tragedia una "vergogna nazionale" . I pasti gratuiti erano un sistema per incentivare le famiglie indiane più povere a mandare i figli a scuola. "Infatti – spiega Vyas – questo sistema ha funzionato. Gli studi hanno dimostrato che il programma ha notevolmente incrementato la frequenza scolastica nelle zone rurali". Secondo la Banca Mondiale il 43% dei bambini indiani sono sottopeso: si tratta di uno dei livelli più alti del mondo e praticamente di una costante da venti anni a questa parte. In Cina la percentuale è del 7% e in Africa Sub-sahariana la media è del 28.

717 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views