Covid 19
20 Luglio 2021
13:52

In Francia è iniziata la quarta ondata: da oggi green pass obbligatorio in bar, ristoranti e treni

Il portavoce del governo francese Gabriel Attal ha annunciato che è iniziata la quarta ondata. “Il tasso di incidenza è aumentato di quasi il 125%” nell’ultima settimana, con la variante Delta responsabile dell’80% dei nuovi contagi. A partire da oggi entrerà in vigore il green pass per accedere a caffè, ristoranti, centri commerciali, ospedali e case di riposo.
A cura di Davide Falcioni
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

"La Francia è entrata in una quarta ondata" di contagi da Covid-19. Ad annunciarlo, dopo un periodo in cui le infezioni erano diminuite, è stato il portavoce del governo francese Gabriel Attal, aggiungendo che quella in corso da alcune settimane a causa della variante Delta è un’ondata "più veloce e con una curva più ripida di tutte le precedenti": in una settimana, ha spiegato Attal, il tasso di incidenza è aumentato "di quasi il 125%", con la mutazione  B.1.617 scoperta per la prima volta in India responsabile dell’80% dei nuovi contagi. Il ministro della Salute, Olivier Véran, ha aggiunto in un'intervista a Rtl che quella in corso nel paese è "un'epidemia che sta colpendo i giovani". I più alti tassi di incidenza, infatti, si registrano nella fascia d'età 15-40 anni. Secondo i dati comunicati ieri da Public Health France, le infezioni nell'ultimo rilevamento sono state 4.151, contro le 1.260 di lunedì scorso.

Green pass obbligatorio in bar, ristoranti, treni e cinema

Per questa ragione il Consiglio di Stato francese ha approvato ieri sera il disegno di legge governativo per la proroga del pass sanitario obbligatorio, che a partire da oggi sarà obbligatorio in tutti i luoghi di svago con oltre 50 persone presenti, mentre da agosto entrerà in vigore anche per caffè, ristoranti, centri commerciali, ospedali e case di riposo. Si tratta delle misure che erano state annunciate la scorsa settimana dal Presidente della Repubblica Emmanuel Macron, che tuttavia sono state sensibilmente alleggerite rispetto alla proposta iniziale: la multa di 45 mila euro che le attività economiche avrebbero rischiato in caso di mancata verifica del pass dei clienti è stata ridotta a 1.500 euro, ma aumenterà progressivamente in caso di recidività. Inoltre è stato previsto un periodo iniziale di "rodaggio" della durata ancora indefinita in cui le sanzioni non verranno applicate e si darà modo ai cittadini di apprendere le nuove regole e abituarsi ad esse. Attal ha spiegato che il periodo di "rodaggio" durerà da un minimo di una settimana a un massimo di un mese, poi però le sanzioni verranno comminate a tutti i trasgressori. Il pass sanitario sarà obbligatorio in luoghi come cinema, bar, ristoranti, ospedali, treni e aerei a lunga percorrenza. Il piano dovrà essere votato nei prossimi giorni dal Parlamento francese, quindi entrerà in vigore. Il governo francese ha inoltre annunciato che i possessori del pass sanitario saranno esentati dall'obbligo di indossare la mascherina nei luoghi in cui il green pass verrà richiesto, a meno che la situazione epidemiologica non dovesse peggiorare ulteriormente.

27521 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni