Il primo ministro della Baviera Markus Soeder, presidente dell'Unione cristiano-sociale, ha messo in guardia la Germania dal pericolo di una deriva terroristica dei negazionisti del Covid-19. Il movimento anti-lockdown Pensiero Laterale, secondo quanto dichiarato al quotidiano Die Welt, sarebbe "il cattivi" secondo Soeder. "I cattivi pensieri si trasformano in cattive parole e, a un certo punto, in cattive azioni", ha sostenuto. Per questo, ha affermato il presidente della Csu "non dobbiamo solo migliorare le misure di sicurezza per le istituzioni democratiche in Germania, ma anche osservare in maniera fondamentale il movimento e altri gruppi paragonabili". A questo scopo, un ruolo fondamentale deve essere svolto dall'Ufficio federale per la protezione della Costituzione, l'agenzia di intelligence interna alla Germania.

Per Soeder vi è il rischio che nel Paese possa insorgere una folla di manifestanti violenti come quella che sostiene il presidente uscente degli Stati Uniti Donnald Trump, notoriamente contraria alle restrizioni anti-Covid e scettica sull'esistenza del virus. Il pericolo è che questo tipo di rivolte insorgano tra i sostenitori dell'estrema destra, vicini a posizioni negazioniste. Il 29 agosto scorso un gruppo di estremisti di destra, staccatosi da una manifestazione proprio di Pensiero laterale a Berlino, ha occupato una delle scalinate di accesso al Bundestag. I manifestanti sono stati sgomberati dalla polizia.

Durante le proteste propagandate dal movimento, i manifestanti hanno più volte scandito slogan che riecheggiano teorie complottiste di "grandi poteri" non meglio specificati che avrebbero indotto la pandemia. Nelle file dei cortei anche esponenti dei movimenti no-vax. Pensiero Laterale si identifica come movimento contrario alla cosiddetta "linea di pensiero mainstream". Raccoglie quindi di tutto: dai sostenitori della medicina alternativa fino ai fan dell'estrema destra.