La casa in fiamme e una delle vittime
in foto: La casa in fiamme e una delle vittime

È ancora da ricostruire con esattezza quanto accaduto nelle prime ore del primo gennaio 2019 in una casa a Kirton, in Inghilterra. Una casa in cui un gruppo di amici aveva festeggiato il Capodanno e che nel corso della notte è stata divorata da un incendio. In quella casa sono rimaste uccise tre persone. Stando a quanto ricostruito finora dalla polizia, a provocare la tragedia sarebbe stato un ragazzo che prima di incendiare la casa suicidandosi avrebbe accoltellato a morte due persone. E lo avrebbe fatto per “gelosia”. Il giovane, che aveva avuto una relazione con una delle ragazze che avevano partecipato alla festa di Capodanno, si sarebbe sentito tradito dalla donna. Quest’ultima probabilmente aveva avuto una relazione con un altro dei loro amici. Così lui, accecato dalla rabbia, sarebbe arrivato nella casa con una tanica di benzina convinto a voler dar fuoco a tutto. Prima di accoltellare la donna avrebbe anche urlato, secondo alcuni testimoni, “Nessun altro ti avrà mai”.

Salve due ragazze – Nella casa la polizia ha trovato tre corpi: uno apparterrebbe proprio al giovane che ha provocato il dramma. Le vittime sono una donna di 27 anni e due uomini di 24 e 32 anni. Salve per miracolo, anche grazie all'aiuto dei vicini intervenuti per aiutarle, due ragazze che se la sono cavata con qualche ferita, Natalie Hall e Rachel Braim, ma che nel rogo hanno perso tutti i loro averi. Rachel, in preda alla disperazione, si è lanciata nel vuoto dalla finestra della sua camera da letto e se l'è cavata con una ferita alla gamba, mentre Natalie è stata salvata da un vicino che è riuscito a rompere una finestra e a portarla in salvo. Appena in tempo per assistere sconvolte al crollo della loro casa divorata dalle fiamme. La polizia, che sta indagando sulla vicenda, ha fatto sapere che non sta cercando altri eventuali responsabili.