Nessuna notizia confortante dall'America latina di una contrazione della pandemia da Covid 19: nelle ultime 24 ore infatti i contagi sono infatti cresciuti a 2.421.046 (+63.092) e i morti sono ora 110.457 (+2.506). Stando a quanto emerge oggi da una statistica realizzata dall’ANSA su dati ufficiali di 34 Nazioni e territori latinoamericani, il Brasile guida l’incremento odierno sia di casi 1.313.667 (+38.693) sia di vittime (110.457, +2.506). Il gigante sudamericano è seguito da Perù (275.989 e 9.135) e Cile (267.766 e 5.347) e da altri sette paesi con più di 20.000 contagi: Messico (212.802 e 26.381), Colombia (88.591 e 2.939), Ecuador (54.574 e 4.424), Argentina (57.744 e 1.207), Repubblica Dominicana (30.619 e 718), Panama (29.905 e 575) e Bolivia (29.423 e 934).

America Latina, picco non ancora raggiunto

Due giorni fa, il direttore delle operazioni di emergenza dell'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms), Michael Ryan, ha ribadito che la pandemia di coronavirus in America Latina non ha ancora raggiunto il picco dei contagi. "Definirei la situazione in America Latina come ancora in evoluzione, dal momento che la pandemia non ha raggiunto ancora il suo apice", ha affermato Ryan, sottolineando che "questa circostanza dovrebbe tradursi in un aumento sostenuto di casi e in un aumento costante delle morti prossime settimane". Secondo i dati più recenti dell'Oms, tra il 16 e il 23 giugno c'è stato un aumento del 15 per cento di nuovi casi e del 10 per cento di decessi nel continente americano. Per il resto del mondo l'aumento è stato del 13 per cento per i nuovi casi e dell'8 per cento di decessi. Per il Brasile, paese maggiormente colpito della regione e al secondo posto mondiale per contati e morti, l'aumento è stato del 25 per cento nel numero di nuovi casi e del 17 per il numero di morti.