Una trovata all’apparenza geniale per poter eludere il sistema delle casse automatiche all'interno del centro commerciale del suo comune, Montbéliard, al confine francese tra Svizzera e Germania: pesare la PlayStation 4 su una delle bilance di frutta/verdura, così da "prezzare" l'ambita console al prezzo di 9,29€. Nessuno se ne sarebbe accorto, tanto che il protagonista del trucco – un ragazzo di 19 anni – ci ha ritentato, ma non gli è andata bene. La storia è riportata sulla versione online de L’Est Republicain, un quotidiano regionale francese con base a Nancy.

Dopo aver pesato la Ps4 e aver ottenuto l'etichetta da 9,29€, il giovane lo ha sostituito con quello da 340 euro dell'apparecchio, incollando al posto del codice a barre originale della console; poi ha sfruttato le casse automatiche per pagare, così da evitare la presenza dei cassieri, che si sarebbero chiaramente accorti della truffa. Dunque, il 19enne ha pagato la sua console – in contanti, quindi senza il rischio di essere tracciato – l’ha imbustata e si è allontanato dal supermercato.

Finita qui? Certo che no. Ormai convinto di aver trovato un “trucchetto” sempre valido, ha venduto la PlayStation su internet a 100 euro ed è tornato nello stesso supermercato nei giorni seguenti per mettere a segno di nuovo il suo ‘colpo'. Ma stavolta le cose non sono andate come previsto: un agente della sicurezza del centro commerciale si è insospettito dopo averlo visto pesare la console sulla bilancia della frutta e ha seguito tutti i suoi movimenti fino ad intervenire. Quindi ha chiamato la polizia. Risultato? Il 19enne è stato condannato a quattro mesi di carcere con condizionale; inoltre, ha perso il suo diritto al voto per i prossimi cinque anni.