Un uomo di 53 anni ha ucciso sua moglie e i tre figli nell’arco di una settimana, per poi presentarsi in una stazione di polizia della California del Nord con il corpo del figlio maggiore nella sua auto. I funzionari della contea di Placer hanno identificato le quattro vittime in Jyothi Shankar, 46 anni; Varum Shankar, 20; Gauri Hangud, 16; e Nischal Hangud, 13 anni, come riferito la stazione di notizie KCRA-TV di Sacramento. Shankar Hangud avrebbe ucciso due dei suoi familiari il 7 ottobre e un terzo il giorno successivo nella loro casa a Roseville, a nord-est di Sacramento.

La polizia sostiene che abbia quindi completato il massacro cinque giorni dopo, uccidendo anche il figlio maggiore, vicino al confine con l'Oregon, per poi recarsi alla stazione di polizia a Mount Shasta il giorno dopo con il cadavere del 20enne. Secondo gli investigatori il 53enne avrebbeviaggiato in diversi luoghi della California del Nord prima di finire sul Monte Shasta. Shankar Hangud si è dichiarato non colpevole, anche se i pubblici ministeri affermano che ha confessato senza dare un motivo valido alla strage. Le autorità non hanno ancora rivelato come siano morte le vittime.

Nella fedina penale di Hangud non sono stati trovati importanti precedenti penali, salvo una multa per eccesso di velocità ricevuta nel 2016 e un debito nei confronti dello Stato di 178mila dollari. Hangud è tutt’ora accusato di omicidio di primo grado, reato su cui pesa l’aggravante di averlo commesso più volte e all’interno di diverse giurisdizioni statali.