Prime conseguenze, abbastanza inaspettate, dopo il via libera definitivo sulla Brexit: i doganieri olandesi hanno sequestrato panini al prosciutto agli automobilisti in arrivo dalla Gran Bretagna. Il filmato, girato la settimana scorsa al porto di Hoek van Holland, nel Comune di Rotterdam, è stato trasmesso dalla rete pubblica locale Avrotros. Nel video si vedono gli agenti, che indossano giacche catarifrangenti, spiegare ad automobilisti e camionisti stupiti al terminal traghetti che dalla Brexit "non è più possibile portare alcuni cibi in Europa, come carne, frutta, verdure, pesce".  Il malcapitato di turno, secondo la tv un polacco, chiede lamentandosi al funzionario olandese se possa "togliere la carne e lasciare il pane". "No, viene confiscato tutto", è categorico l'agente. Un altro autista ha dovuto fare a meno del suo pesce.

Perché vengono sequestrati anche i panini

I conducenti però non possono dire di non essere stati avvertiti: il governo britannico a dicembre aveva fornito proprio l'esempio dei panini al prosciutto e formaggio come alimento che non poteva attraversare il continente dopo che il Regno Unito è formalmente uscito dalle regole commerciali dell'Ue il primo gennaio. È dunque vietato introdurre in Europa alimenti che contengano carne o latticini, anche per uso personale. La norma ha lo scopo di impedire l'ingresso sul territorio comunitario di prodotti che potrebbero diffondere malattie. Le nuove regole della Brexit hanno colpito anche la catena di negozi di generi alimentari Marks and Spencer, che non ha potuto rifornire gli scaffali in Francia con i suoi famosi sandwich.