Immagine da Twitter.
in foto: Immagine da Twitter.

Il presidente del Brasile, Jair Bolsonaro, ha ufficializzato la richiesta di dimissioni di Chico Rodrigues dall'incarico di rappresentante del governo presso il Senato. Sottoposto a perquisizione della polizia lo scorso mercoledì, come ha riferito la rivista Crusoè con una notizia ribattuta in fretta dagli altri media locali, Rodrigues è stato sorpreso a nascondere denaro, per un totale di seimila dollari, di presunte mazzette negli slip. L'operazione delle forze di sicurezza era scattata per fare luce sull'ipotesi di malversazione di fondi destinati alla lotta contro la pandemia di Coronavirus nello stato settentrionale di Roraima, di cui Rodrigues – che si professa estraneo ai fatti – era governatore.

Il giudice della Corte suprema federale Roberto Barroso ha autorizzato la perquisizione della residenza del membro del Congresso, dove sono stati trovati in totale quasi 100.000 reais (pari a 20.000 dollari), secondo la stampa. L'operazione effettuata dalla Polizia Federale a Boa Vista, capitale di Roraima, rientra nelle indagini sul presunto dirottamento di 4 milioni di dollari di fondi destinati al Covid-19. La presunta truffa sarebbe avvenuta attraverso la fatturazione eccessiva dei prezzi per forniture e medicinali inviati nello stato della regione amazzonica, al confine con il Venezuela. La polizia non ha fornito ulteriori dettagli, ma ha sottolineato come a Roraima siano stati stati effettuati sette raid per "smantellare un possibile schema criminale". Il senatore da parte sua ha negato ogni accusa e ha detto che i suoi 30 anni in politica sono stati puliti. In un video pubblicato sui social, invece, il presidente Bolsonaro ha affermato che l'azione congiunta di polizia e magistratura è "un tipico esempio del fatto non c'è corruzione nel mio governo" e che le istituzioni pubbliche continuano a combattere la corruzione "chiunque la commetta".