In Australia il lancio dell’app COVIDSafe, ideata per segnalare l'eventuale contatto con una persona affetta da coronavirus, è stata accolta con favore dalla popolazione. A poche ore dal suo lancio l'avevano scaricata oltre due milioni di persone, secondo quanto aveva fatto sapere il ministro della Sanità Greg Hunt. Da subito, insomma, è apparsa evidente la forte partecipazione al progetto da parte dei cittadini. E nel Paese l’allentamento delle misure restrittive anti-coronavirus nel Paese dipenderà proprio da quanti cittadini scaricheranno l’app di monitoraggio. “Non scaricarla è come uscire senza protezione solare in un giorno di sole accecante”, ha detto il primo ministro australiano Scott Morrison venerdì scorso. In meno di una settimana circa 3.5 milioni di australiani hanno scaricato COVIDSafe ma secondo il governo sono necessari molti più download. Si stima che affinché l’app abbia successo debba utilizzarla la metà degli abitanti del Paese. “L’app è una questione fondamentale per le decisioni che prenderemo venerdì prossimo sull’allentamento delle misure restrittive”, ha dichiarato Morrison, che ha insistito sull’importanza di rilanciare l’economia dopo l’emergenza coronavirus e quindi riaprire le imprese. In Australia la crisi causata dalla pandemia ha fatto sì che la disoccupazione raggiungesse il 10 percento. “È vero che abbiamo avuto successo sul fronte della salute, ma dobbiamo ridurre la disoccupazione, riaprire i negozi”, ha insistito il primo ministro.

Come funziona l’app COVIDSafe in Australia

COVIDSafe è una applicazione per il tracciamento dei contatti sviluppata con l’obiettivo di ridurre la diffusione dell’epidemia di coronavirus. Ha un funzionamento simile a quello descritto per l’italiana Immuni. Si basa sulla tecnologia Bluetooth: agli utenti arriverà una notifica se l'incontro con una persona malata è avvenuto nell'arco di 1,5 metri e per più di 15 minuti. Il governo sarà responsabile della gestione del registro online.

L'emergenza coronavirus in Australia

Dal 22 aprile non ci sono stati più di 20 nuovi casi di contagio al giorno in Australia. Complessivamente 93 persone sono morte a causa del coronavirus. Dall'inizio della crisi sanitaria, sono stati registrati 6.778 casi e 5.745 persone sono state curate.