Ancora dramma nei cieli europei oggi domenica 25 agosto. Dopo lo scontro in volo tra un ultraleggero e un elicottero in Spagna costato la vita a cinque persone, notizie di un altro tragico incidente aereo arrivano dalla Svizzera dove si contano altre tre vittime. Un piccolo aereo da turismo infatti ha improvvisamente perso quota durante il volo schiantandosi a terra sul Passo del Sempione, valico alpino a duemila metri di altitudine nel Canton Vallese, a pochi chilometri dal confine con la provincia piemontese del Verbano-Cusio-Ossola, in Italia. Le vittime sono due adulti tra cui il pilota e un bambino di appena pochi mesi. Le loro identità al momento non sono state diffuse dalle autorità elvetiche. I tre sarebbero morti sul colpo, per loro inutili i successivi soccorsi giunti sul posto dopo l'allarme lanciato da alcuni testimoni oculari  che hanno assistito all'impatto e scattato anche alcune foto della tragedia in cui si vede la nuvola di fumo che sale dall'aereo in fiamme .

I soccorritori giunti rapidamente sul posto in elicottero non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dei tre a bordo. La tragedia si è consumata nella mattinata di oggi mentre l'aereo era a metà tragitto. Il velivolo, un piccolo Piper, era partito poco dopo le 9 di domenica mattina da un aeroporto del Canton Vaud, nella parte sud-occidentale della Svizzera. Secondo i media locali, il velivolo era diretto proprio in Italia quando, intorno alle 10.30 e a pochi chilometri dal confine, qualcosa è andato storto e ha perso quota in pochi attimi schiantandosi su un lato della montagna. Al momento è ancora presto per dare una spiegazione all'accaduto ma il Servizio d'inchiesta svizzero sulla sicurezza ha avviato un'indagine per chiarire la causa dell'incidente.