10 Giugno 2022
10:32

Cos’è la protesta delle pentole vuote e cosa chiedono i manifestanti

Le associazioni dei consumatori scendono in piazze in 16 città italiane per chiedere al governo interventi urgenti sul caro-vita, sostenendo i redditi e cambiando il meccanismo di formazione dei prezzi.
A cura di Giacomo Andreoli

"Contro il caro-vita, basta rincari". Con questi slogan oggi scendono in piazza in tutta Italia le associazioni dei consumatori, "armate" di centinaia di pentole vuote, per chiedere interventi urgenti al governo Draghi contro l'inflazione. "Le pentole che porteremo in piazza– spiegano gli organizzatori- stanno proprio a simboleggiare la difficoltà dei cittadini a soddisfare bisogni essenziali, come portare in tavola quotidianamente pranzo e cena".

Secondo l’Osservatorio nazionale di Federconsumatori la situazione, soprattutto sul lato alimentare, è diventata infatti insostenibile, con migliaia di italiani costretti a comprare cibi più poveri e convenienti per arrivare a fine mese.

I rincari stanno colpendo anche e soprattuto gli alimenti di base: il prezzo della pasta rispetto a fine 2021 è salito del 77%, quello dell'olio extravergine del 28%, il pane del 25% al chilo. Il tutto in un quadro generale che vede un'inflazione annua arrivata al 6,9%, record assoluto dal 1986 ad oggi, mentre i salari rimangono fermi. Una situazione che, secondo le associazioni, sta mettendo in difficoltà oltre il 25% delle famiglie italiane, con forti riduzioni dei consumi anche in ambito sanitario e di cura della persona.

Le manifestazioni di oggi si tengono nelle piazze delle maggiori città italiane, di fronte alle prefetture, a partire da Roma, in piazza Santi Apostoli (ci saranno poi manifestazioni anche a Vicenza, Firenze, Bari, Bologna, Trieste, Milano, Palermo, Catanzaro, Aosta, Napoli, Genova, Potenza, Pescara, Cagliari e Perugia). Le associazioni chiedono all'esecutivo di sostenere i redditi e il potere d'acquisto, soprattutto per i nuclei familiari più poveri. Quindi di intervenire contro le speculazioni su gas, energia, benzina, diesel e Gpl, liberando i prezzi dalle dinamiche e dalle volatilità di mercato . In particolare si chiede di: introdurre un criterio nazionale di calcolo dei costi che sia in linea con i costi di produzione, ridurre in maniera permanente le accise ed eliminare l'Iva che vi si calcola sopra. Ma anche una riforma per abbassare gli oneri di sistema, che pesano in modo consistente sulle bollette di gas e luce.

Governo Draghi, cos'è la verifica di maggioranza e quali partiti la chiedono
Governo Draghi, cos'è la verifica di maggioranza e quali partiti la chiedono
Proteste in Cina, risparmiatori truffati assaltano le banche: il governo li blocca con l'app Covid
Proteste in Cina, risparmiatori truffati assaltano le banche: il governo li blocca con l'app Covid
Cosa sta succedendo in Sri Lanka tra proteste e dimissioni del presidente:
Cosa sta succedendo in Sri Lanka tra proteste e dimissioni del presidente: "Situazione allarmante"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni