Ogni 22 aprile si celebra l'Earth Day, la Giornata Mondiale della Terra. Istituita nel 1970, questa giornata ha l'obiettivo di sensibilizzare le persone alla tematica ambientale e alla necessità di salvaguardare il pianeta e le sue risorse. Anche nel 2021, lo scopo è la salvaguardia del pianeta e dell'ambiente, a partire dalla tutela dei beni naturali. Con la risoluzione A/RES/63/278 del 2009, l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha stabilito questo giorno come "Giornata Internazionale della Madre Terra", riconoscendo la responsabilità di ciascuno di noi nella diffusione dell'armonia con la natura e con la terra per il raggiungimento di un equilibrio tra economia e ambiente al fine di salvaguardare il presente e il futuro del mondo. Ecco una serie di frasi celebri e significative sull'importanza della tutela della terra e della natura, oltre a qualche filastrocca per bambini, da Gianni Rodari a Bruno Tognolini.

10 frasi e citazioni d'autore sulla Giornata della terra

  • La terra non appartiene all'uomo, è l'uomo che appartiene alla terra (Proverbio dei nativi americani)
  • Un albero è bello, ma ancor di più, ha diritto alla vita; come l'acqua, il sole e le stelle, è essenziale. La vita sulla terra è inconcepibile senza alberi. (Anton Čechov)
  • Ferire la terra è ferire te stesso, e se altri feriscono la terra, feriscono te. (Bruce Chatwin)
  • Raccogli un fiore sulla Terra e muoverai la stella più distante (Paul Dirac)
  • Siamo tutti farfalle. La Terra è la nostra crisalide. (LeeAnn Taylor)
  • Non ereditiamo la terra dai nostri antenati, la prendiamo in prestito dai nostri figli. (Proverbio del popolo navajo)
  • Credo che avere la terra e non rovinarla sia la più bella forma d'arte che si possa desiderare. (Andy Warhol)
  • Ho la natura, l'arte e la poesia, e se questo non è sufficiente, che cosa posso volere di più? (Vincent van Gogh)
  • Se l'ape scomparisse dalla faccia della terra, all'uomo non resterebbero che quattro anni di vita. (Albert Einstein)
  • Gli alberi rimangono intatti se tu te ne vai. Ma tu no, qualora se ne vadano loro. (Markku Envall)

Giornata della Terra, le più belle filastrocche per bambini

  • STORIA UNIVERSALE

In principio la Terra era tutta sbagliata,

renderla più abitabile fu una bella faticata.

Per passare i fiumi non c’erano i ponti.

Non c’erano sentieri per salire sui monti.

Ti volevi sedere?

Neanche l’ombra di un panchetto.

Cascavi dal sonno? Non esisteva il letto.

Per non pungerti i piedi, nè scarpe, nè stivali.

Se ci vedevi poco non trovavi gli occhiali.

Per fare una partita non c’erano palloni:

mancava la pentola e il fuoco

per cuocere i maccheroni,

anzi a guardare bene mancava anche la pasta.

Non c’era nulla di niente.

Zero via zero, e basta.

C’erano solo gli uomini, con due braccia per lavorare,

e agli errori più grossi si potè rimediare.

Da correggere, però, ne restano ancora tanti:

rimboccatevi le maniche,

c’è lavoro per tutti quanti!

(G. Rodari)

  • FILASTROCCA DEL PICCOLO GESTO IMPORTANTE

Un piccolo gesto è una pietra preziosa

Cela un segreto che è molto potente

Qualcosa accade, se tu fai qualcosa

E niente accade, se tu non fai niente

Basta un secchiello a vuotare il mare?

Basta una scopa a pulir la città?

Forse non basta, ma devi provare

Se provi, forse, qualcosa accadrà

È un gesto inutile, ma non importa

Piccoli gesti hanno forza infinita

Se ognuno spazza davanti alla porta

La città intera sarà pulita.
(Bruno Tognolini)

  • IL VENTO

Come la luce,

Delizia senza forma

E come l’ape,

Melodia senza tempo

Come i boschi,

Segreto come brezza

Che, senza frasi, agita

Gli alberi più superbi

Come il mattino,

Perfetto sul finire,

Quando orologi immortali

Suonano mezzogiorno!

(Emily Dickinson)