Quando parliamo di banane la stragrande maggioranza di noi pensa subito a quel frutto dalla buccia verde-gialla che comunemente si trova nei negozi, i realtà quella è solo una varietà di questo tipo di frutto, la Cavendish, che è sicuramente la più diffusa ma certamente non la più dolce. Il primato in questo senso spetta a un'altra varietà, la Blue Java che deve il suo nome proprio al caratteristico colore blu della buccia quando è acerba. Nessuna modifica genetica però , è tutto frutto di madre natura. La sua particolarità non sta tanto nel colore che diventa giallo paglierino una volta maturata, ma proprio nel suo sapore dolce che si dice abbia la consistenza di un gelato e il sapore che ricorda la vaniglia. Caratteristiche che gli sono valse anche l'appellativo di banana gelato tra i tanti nomi che la contraddistinguono come banana hawaiana, Ney Mannan , Krie o Cenizo

La pianta di banana Blue Java è caratteristica dei Paesi del Centro America, in quelli del Sudest asiatico, alle Hawaii e  alle isole Fiji, dove ognuno l'ha ribattezzata a modo suo,  ha bisogno di costante luce ma non teme il freddo visto che può resistere anche  a temperature sotto lo zero. La pianta può raggiunge un'altezza tra i quattro e i sei metri e una larghezza di circa tre metri e produce un frutto più corto delle comuni banane Cavendish che presenta quel caratteristico colore blu argenteo quando è acerbo. I frutti a maturazione avvenuta però si colorano di giallo e regalano una polpa bianca dalla consistenza cremosa e dal sapore decisamente dolce.