Guidava a zig zag al volante di un grosso tir nel bel mezzo dell'autostrada, in piena notte e completamente ubriaco. Protagonista della storia è un camionista 51enne, fortunatamente bloccato in tempo dagli uomini della polizia stradale della Sottosezione Autostradale Viareggio prima che  potesse accadere il peggio. L'episodio si è consumato nella notte tra sabato e domenica lungo il tratto toscano dell'autostrada A12, nel territorio del comune di Viareggio, in provincia di Lucca. A mettere in allerta gli agenti della stradale sono stati gli altri automobilisti di passaggio che si sono accorti dell'andatura decisamente anomala del mezzo pesante che avrebbe rischiato sicuramente di creare pericolosi incidenti. Era da poco passata la mezzanotte di domenica quando molti automobilisti infatti hanno chiamato i numeri di emergenza della polizia segnalando un camion che procedeva a rilento e a zig zag in autostrada all’altezza di Massarosa.

Alcune volanti si sono messe subito sulle tracce del camion e infine, anche grazie al supporto del personale di viabilità di SALT, l'ente che gestisce l'autostrada, i poliziotti sono riusciti a fermarlo prima che causasse un incidente. Gli agenti lo hanno bloccato all’interno dell’area di servizio Versilia, evitando pericolosi incidenti. Come sottolineano in una nota le forze dell'ordine, il camionista, identificato come un cittadino ucraino, "aveva bevuto così tanto che parlava a fatica e si reggeva a stento in piedi quando è sceso dal mezzo". Sottoposto ad alcol test, l'uomo ha fatto segnare un tasso alcolemico di 2.71 g/l. Per lui è scattata anche la denuncia, la revoca della patente e rischia una multa fino a 9mila euro.