LIDO CAMAIORE (LUCCA) – Una notte di droga e alcol, assieme al padre, è stata fatale a un 25enne torinese. La tragedia si è consumata a Lido Camaiore, in provincia di Lucca, in piena Versilia, ieri notte. Il ragazzo avrebbe raggiunto la nota località balneare toscana a bordo di un treno per fare visita al padre, 54 anni, che si trovava lì per motivi di lavoro. I dettagli di come si sia svolta la serata sono ancora al vaglio dei carabinieri, la prima chiamata di soccorso è arrivata alle 23.30. I due si trovavano in via don Minzoni e lì, dopo aver ingerito droga e alcol, si sarebbero sentiti male entrambi. Con loro c'era un altro familiare, non è stato ancora chiarito se anche lui abbia fatto uso di sostanze vietate oppure no e quale sia il grado di parentela che lo lega ai malcapitati.

Giunta sul posto l'auto medica dei soccorsi assieme a un'autoambulanza della Misericordia di Lido di Camaiore ha trovato padre e figlio a terra, in stato di semi incoscienza. Quello messo peggio era senza dubbio il 25enne che era già in arresto cardio circolatorio. Gli uomini e le donne del soccorso d'emergenza hanno provato in tutti i modi a rianimare il giovane, sia sul luogo, sia nel tragitto fino all'Opa di Massa: tutto inutile. Il 25enne è deceduto poco dopo nel nosocomio.

Il padre, che tutta la famiglia riconosceva essere come un abituale consumatore di sostanze stupefacenti e sostanze alcoliche, è stato ricoverato all'ospedale Versilia e non sempre essere in pericolo di vita. Le indagini dei carabinieri faranno luce sul tipo di sostanza che hanno assunto i due, ricostruendone la provenienza, e se si possa configurare qualche reato nel comportamento del padre della vittima e dell'altro familiare.