Tragedia a Verona, dove un uomo di 34 anni, Ervin Karafili, di origine albanese, è stato trovato morto poco prima delle 13 di oggi, giovedì 28 novembre, in una zona isolata dell'abitato di Isola Rizza, nel parcheggio di un agriturismo in via Casalino. Secondo i primi accertamenti delle forze dell'ordine giunte sul posto, si sarebbe trattata di una esecuzione in piena regola. La vittima, infatti, sarebbe stata stroncata con un colpo di pistola molto prima dell'arrivo dei soccorsi. Dai primi rilievi effettuati dal medico legale risulta che la ferita mortale è stata provocata dal proiettile entrato all'altezza dell'ascella destra che poi ha attraversato il polmone.

Intanto, è scattata la caccia agli assassini, che sono fuggiti subito dopo il delitto, in tutta la Bassa Veronese. Un'auto è infatti stata vista allontanarsi a tutta velocità dal luogo dell'omicidio. Ancora ignote le cause, per scoprire le quali sono in corso accertamenti. "Un colpo sicuramente ravvicinato", ha confermato il comandante provinciale dei Carabinieri di Verona, colonnello Pietro Carrozza, aggiungendo che gli investigatori dell’Arma "stanno controllando le telecamere collocate nella zona e verificando le frequentazioni dell’uomo ucciso, che risulta residente proprio a Isola Rizza". I precedenti della vittima, che era stata sottoposta a diversi controlli di polizia sul territorio, potrebbero lasciare spazio all’ipotesi di un delitto maturato negli ambienti dello spaccio di stupefacenti, ma al momento non viene tralasciata nessuna pista.