1.918 CONDIVISIONI
12 Luglio 2021
09:45

Ufo, tutti gli avvistamenti registrati dall’Aeronautica militare in Italia

Le ultime due segnalazioni Ufo nei cieli italiani o meglio di Ovni, “Oggetti volanti non identificati” così come vengono classificati dalle nostre autorità, risalgono al 6 maggio scorso. Sono undici in tutto gli avvistamenti di Ufo nei cieli italiani registrati dall’Aeronautica militare nel nostro Paese dal 2019 ad oggi.
A cura di Antonio Palma
1.918 CONDIVISIONI

Sono undici in tutto gli avvistamenti di Ufo nei cieli italiani registrati dall'Aeronautica militare nel nostro Paese dal 2019 ad oggi. Sono questi i numeri segnalati dal Reparto generale sicurezza dello stato maggiore dell'Aeronautica delegato a registrare ogni segnalazione di oggetti volanti non identificati "allo scopo di garantire la sicurezza del volo e nazionale". Le ultime due segnalazioni Ufo nei cieli italiani o meglio di Ovni, "Oggetti volanti non identificati" così come vengono classificati dalle nostre autorità, risalgono al 6 maggio scorso. Si tratta di "numerosi" oggetti "leggermente ovali" e luminosi" segnalati da un cittadino il 6 maggio scorso a Firenze e di un "oggetto sferico" dalla "luce bianca", che volava in direzione sud segnalato invece nei cieli di Caltanissetta, in Sicilia, nello stesso giorno.

In entrambi i casi "sulla base dei dati raccolti presso gli enti preposti della forza armata", gli eventi non sono stati associati "ad attività di volo o di radiosondaggio" e quindi sono stati  "catalogati come Ovni". Tuttavia, come segnalano dallo stesso organismo istituzionale deputato a raccogliere, verificare e monitorare le segnalazioni relative agli oggetti volanti non identificati, gli avvistamenti del 6 maggio presentano "forti analogie con il noto “effetto starlink che ha interessato i cieli dell’intero territorio nazionale nella settimana del 6 maggio". Il riferimento è alla flotta di satelliti di Elon Musk, lanciati da SpaceX per portare internet in tutto il mondo e che già aveva portato a segnalazioni analoghe ma in quei casi identificate in maniera certa.

Le precedenti segnalazioni di Ufo finite nel registro del Reparto generale sicurezza dell'Aeronautica risalgono all'estate scorsa: il 2 agosto 2020, a Milano Marittima, alle 5,45 un cittadino ha avvistato in cielo una sfera di colore giallo allontanarsi "in direzione nord" mentre  il 18 luglio, a Cerchiate di Pero (Milano), segnalato un oggetto di "forma sferica irregolare", di colore "bianco intenso e sul finire rossastro" che si muoveva con "continui cambi di direzione". Tutti gli altri avvistamenti invece risalgono al 2019.

Il 5 gennaio del 2019 a Cremosano (Cr), avvistato un oggetto "scuro nella zona superiore, illuminato in quella inferiore" di forma "sferica", che si muoveva a bassa quota e a velocità "sostenuta" da sud a nord. Sempre a gennaio 2019, il giorno 25 alle 16.57, un ‘privato cittadino' nota in cielo a circa 500 metri di quota, un oggetto dalla "forma allungata con spigolature" che vola "da nord ovest direzione sud est" a velocità "bassa e costante con spostamento orizzontale veloce verso sinistra". Qualche mese più tardi, la mattina del 4 giugno, è la volta di un ‘ufo ‘ grigio di forma circolare avvistato al Passo della Futa. Una settimana più tardi, il 10 giugno, a Soveria Mannelli (Cz) viene avvistato un oggetto volante di forma "allungata" di colore "bianco tendente al giallastro" che vola a bassa quota verso ovest. Sempre nel 2019, il 16 agosto intorno alle 22.30, a Cornate d'Adda (Mi), di oggetti ne vengono avvistati due in una volta sola: il primo di circa 50 metri, il secondo di 30, sferici, che illuminano la notte con il loro !colore arancione e bianco intenso" mentre si spostano lentamente in cielo.

1.918 CONDIVISIONI
La guerra a Napoli: lo scenario simulato dall'Accademia Aeronautica
La guerra a Napoli: lo scenario simulato dall'Accademia Aeronautica
191.970 di Peppe Pace
Torna un grande classico di Salvini: il servizio militare per i giovani
Torna un grande classico di Salvini: il servizio militare per i giovani
Bollettino Covid, oggi in Italia 67.817 contagi e 79 morti per Coronavirus: i dati di domenica 17 luglio
Bollettino Covid, oggi in Italia 67.817 contagi e 79 morti per Coronavirus: i dati di domenica 17 luglio
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni