Femminicidio nel Torinese. Si è costituito Nicola Cirillo, l'uomo di 57 anni che alle 12 e 30 ha ucciso a colpi di pistola l'ex moglie Cristina Messina, di 58 anni, in un appartamento a Volvera, nel Torinese, in via Garibaldi. Braccato dai carabinieri, che avevano circondato tutta la zona, l'uomo si è arreso presentandosi nel primo pomeriggio in caserma a Pinerolo. Prima di darsi alla fuga armato, l'uomo aveva ferito anche la figliastra Giusy. La donna, di 29 anni, è ricoverata in gravi condizioni in rianimazione all'ospedale Molinette di Torino. A quanto si apprende la giovane, prima trasportata al Cto e poi trasferita alle Molinette, è in prognosi riservata. Ha riportato un emotorace a un polmone e un trauma alla colonna vertebrale. Secondo i primi accertamenti, marito e moglie erano divorziati da quattro anni. I militari indagano sui motivi che hanno spinto il 57enne a compiere il delitto.

Solo ieri un delitto tristemente simile è andato in scena nella provincia di Siracusa, in Sicilia, a Lentini, dove una donna di 39 anni è stata uccisa a colpi di pistola dall'uomo che le dava ospitalità. L'omicida, reo confesso, è un uomo di 82 anni. Movente a detta del responsabile, Antonino Zocco, sarebbe stato l'ammanco di 50 euro. "Li ha presi lei, sono sicuro" ha confessato al sostituto procuratore.