113 CONDIVISIONI
17 Giugno 2019
18:51

Torino, sedicenne colpita al volto dal calcio di un cavallo: è grave

Il grave incidente si è verificato nella sede della Società ippica torinese a Orbassano. La giovane, una ragazza di sedici anni, è stata portata in elicottero in gravi condizioni al Cto di Torino dopo aver ricevuto un violento calcio al volto da un cavallo. Da chiarire l’esatta dinamica dell’accaduto.
A cura di Susanna Picone
113 CONDIVISIONI

Un grave incidente si è verificato nella mattinata di oggi, lunedì 17 giugno, nel Torinese. Una ragazza di sedici anni è stata ricoverata in gravi condizioni dopo che un cavallo l'ha colpita con un violento calcio al volto. L'incidente è avvenuto negli spazi della Società ippica torinese, uno dei circoli più antichi d’Italia, che ha sede a Orbassano. Secondo una prima ricostruzione dell’incidente – la cui dinamica è ancora da chiarire con esattezza – la ragazza, a piedi, stava portando a passeggio il cavallo tenendolo per una longhina, quando improvvisamente l’animale avrebbe fatto uno scatto in avanti e avrebbe dato un calcio con la zampa posteriore sinistra alla giovane. Le grida della sedicenne hanno attirato l’attenzione dell’istruttrice e di sua madre, che intervenute sul posto hanno immediatamente chiamato i soccorritori e i carabinieri.

La sedicenne ricoverata in prognosi riservata al Cto – La ragazza è stata sedata e intubata al maneggio dai soccorritori del 118 e quindi trasportata in elicottero al Cto dove è ricoverata in prognosi riservata. I medici in ospedale hanno riscontrato un forte trauma facciale. A quanto si apprende, la giovane dovrà essere sottoposta a un delicato intervento chirurgico a causa delle gravissime lesioni riportate dopo l’incidente. Non sarebbe fortunatamente in pericolo di vita. Sulla vicenda indagano i carabinieri della stazione di Orbassano.

113 CONDIVISIONI
Omicidio-suicidio a Torino, uccide la moglie e poi si spara: la confessione in un biglietto
Omicidio-suicidio a Torino, uccide la moglie e poi si spara: la confessione in un biglietto
Omicidio Meredith, il magistrato che indagò: "Non dimenticherò mai il suo volto"
Omicidio Meredith, il magistrato che indagò: "Non dimenticherò mai il suo volto"
Variante Omicron, nessuna evidenza che sia più grave: l’annuncio dell’ISS
Variante Omicron, nessuna evidenza che sia più grave: l’annuncio dell’ISS
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni