Un terremoto di magnitudo 5 si è verificato nel Sud Est della Francia. La scossa è stata avvertita fino al confine italiano. I media francesi segnalano danni, specialmente nella zona vicina all'epicentro localizzato nel Comune di Montélimar. Ci sarebbero crolli e feriti, almeno 4 persone, tra cui un uomo caduto da un'impalcatra e ricoverato in gravi condizioni. Non ci sarebbero invece danni alle centrali nucleari della zona, anche se i reattori 2,3 e 4 dello stabilimento di Cruas-Meysse saranno momentaneamente fermati per dei controlli.

Si tratterebbe della scossa più forte che interessa il Paese dal 2003. Il prefetto Hugues Moutouh ha spiegato che "la soglia di vibrazione sismica ha fatto scattare un allarme su una sola delle 5 spie presenti sul sito. Non è stato constatato alcun danno sugli edifici, e gli impianti funzionano normalmente. Tuttavia, conformemente alla procedura di sicurezza e di precauzione stabilita dall’operatore nucleare nelle prossime ore ci sarà un fermo dei reattori per consentire un’analisi approfondita degli impianti".

Nessun danno apparente anche alla centrale nucleare di Tricastin. La EDF, la società responsabile degli impianti, sta tuttavia effettuando i controlli necessari per poter verificare con sicurezza l'impatto della scossa. Desterbbero invece preoccupazioni le condizioni di altri edifici, fra cui due campanili nella regione di Ardèche. Nel Comune di Teil, la località più colpita dal terremoro, è stata disposta l'apertura delle palestre per gli sfollati.