Incidente nel pomeriggio di ieri, venerdì 9 agosto, a Martinsicuro, nella provincia abruzzese di Teramo. Una turista di circa trenta anni ha inavvertitamente lasciato le chiavi all'interno dell'auto chiudendo le portiere e finendo per bloccare all’interno il figlioletto di quattro anni seduto sul seggiolone sul sedile posteriore. A ricostruire l’episodio è il quotidiano Il Messaggero secondo cui la donna, dopo aver parcheggiato l'auto nel parcheggio Parco La Pineta Agriturismo, stava scendendo dal veicolo quando le chiavi le sono scivolate nell'abitacolo senza che lei se ne accorgesse. Quell’incidente apparentemente banale ha rischiato di trasformarsi in qualcosa di grave dato che il bambino è rimasto intrappolato dentro l'auto sotto al sole. Una volta chiuso lo sportello del veicolo, infatti, si è innescata la chiusura automatica del mezzo.

L’intervento dei vigili del fuoco – Per circa quindici minuti la donna, sul momento ignara di tutto, si è allontanata per prendere delle cose nella camera dell’agriturismo e solo al ritorno si è accorta che l’auto era chiusa dall’interno. Dopo aver cercato inutilmente di trovare il doppione delle chiavi, la giovane mamma si è messa ad urlare e ha anche tentato di rompere i finestrini dell’auto con dei sassi. Sul posto sono poi intervenuti i vigili del fuoco di Nereto che inizialmente hanno provato con delle speciali ganasce a forzare lo sportello anteriore ma non riuscendoci pur di salvare il bambino hanno dovuto spaccare il finestrino con una mazza.