17 Novembre 2011
13:00

Studenti in piazza: pesanti scontri e totale caos (VIDEO)

Cortei in tutta Italia, studenti agguerriti nelle piazze contro la crisi, cariche della polizia ed estremo disordine tra le strade. A Milano, Roma, Palermo e Torino battaglie pericolose tra i manifestanti e la polizia.
A cura di Simona Linardi
Scontri studenti

Oggi è un giorno infernale nel nostro Bel Paese. In tutte le piazze stanno avendo luogo battaglie accesissime tra i manifestanti, studenti agguerriti medi e universitari, e la polizia. Almeno 60 le città d'Italia che protestano contro il nuovo governo Monti e contro la crisi. Per giunta, a complicare gli stessi spostamenti dei manifestanti è lo sciopero nazionale dei mezzi pubblici.

A Palermo, nella manifestazione organizzata dai ragazzi dello studentato autogestito Anomalia, di OccupyUnipa e della Rete studenti medi, emerge già un ferito, colpito a sangue probabilmente da un sasso. L'uomo si era interposto tra gli studenti in battaglia contro la polizia.

Numerosi i gruppi di ragazzi che si sono lanciati contro la polizia, insultando pesantemente gli agenti. Insulti accompagnati da lanci di oggetti contundenti come mattoni. Prese di mira le banche, simbolo della crisi, colpite con uova e fumogeni, per cui cariche delle forze dell'ordine hanno usato spray urticanti contro i manifestanti. Atti di violenza si sono verificati non soltanto contro la sede del Banco di Sicilia, ma anche contro le auto parcheggiate. Le mura dell'Agenzia delle entrate sono state invece rivestite da uno striscione che apportava questa scritta:

Ladri ridateci i nostri soldi!

La situazione si presenta più accesa a Palermo

Le forze dell'ordine hanno reagito alle aggressioni degli studenti con colpi di manganello.

A Roma gli studenti hanno partecipato al corteo dei Cobas in Piazza della Repubblica; un loro striscione ha portato questa frase: "Profumo di austerity, no al governo dei sacrifici". Proprio ieri il governo si è insediato ed oggi si sfila contro "le politiche liberiste e capitaliste" di Mario Monti.

A Milano gli scontri sono stati duri quando alcuni dei manifestanti hanno cercato di dirigersi verso l'Università Bocconi. Lanci di fumogeni hanno ferito all'arcata sopraciliare di un cronista che stava seguendo la manifestazione. Giovani con caschi e volti coperti, scudi di plastica e polistirolo, hanno aggredito funzionari della polizia che stavano effettuando delle riprese.

A Torino la tensione è altissima. I manifestanti sono circa 2 mila. Alcuni di essi hanno tentato 3 volte di sfondare i cordoni della polizia, atti a proteggere le zone della Banca d'Italia e di Equitalia, lanciando oggetti pesanti e petardi in direzione degli agenti. Alcuni di quest'ultimi sono rimasti feriti. Tra gli scontri è rimasto contuso anche un ragazzino. In coda al corteo sono stati presenti anche i lavoratori aderenti a Cub e Cobas. Si è verificato poi un blitz alla Mole Antonelliana, monumento-simbolo della città, irrompendo al primo piano per srotolare dalla finestra uno striscione  con la frase: "Neanche con Monti tornano i conti".

Torino: mobilitazioni degli studenti tra tensione e scontri

Uova e petardi contro la polizia, feriti e subbuglio in strada.

Cloe Bianco, attesa per i funerali. Studenti in piazza ricordano la prof e le vittime di transfobia
Cloe Bianco, attesa per i funerali. Studenti in piazza ricordano la prof e le vittime di transfobia
Salta sull'auto dei vigili per la fine della scuola con gli amici: video incastrano uno studente
Salta sull'auto dei vigili per la fine della scuola con gli amici: video incastrano uno studente
In piedi a saltare sull'auto dei vigili: la festa degli studenti davanti alla scuola di Torino
In piedi a saltare sull'auto dei vigili: la festa degli studenti davanti alla scuola di Torino
1.957 di LoManc
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni