133 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Strage di Altavilla, spunta un video prima degli omicidi: “Antonella era ancora viva il 2 febbraio”

Il muratore 54enne Giovanni Barreca ha confessato di aver ucciso la moglie Antonella Salamone e i loro figli con due presunti complici che si sono dichiarati innocenti. Ma un pizzaiolo di Altavilla Milicia, dove sono avvenuti gli omicidi, ha detto di aver visto Antonella il 2 febbraio (fatto confermato da un video) e ha osservato come la donna abbia ordinato più cibo del solito: “C’era qualcun altro in casa”.
A cura di Eleonora Panseri
133 CONDIVISIONI
Immagine

Proseguono le indagini sulla strage di Altavilla Milicia, il triplice omicidio avvenuto nei giorni scorsi e scoperto nella notte tra sabato 10 e domenica 11 febbraio. Il muratore 54enne Giovanni Barreca ha confessato di aver ucciso la moglie, Antonella Salamone, 41 anni, e i due figli, di 5 e 16 anni, Emanuel e Kevin. Sopravvissuta, invece, la figlia 17enne, trovata dagli inquirenti nella casa della famiglia.

Giovanni Barreca e Antonella Salamone
Giovanni Barreca e Antonella Salamone

Alla base del delitto potrebbe esserci il movente del fanatismo religioso. Oltre a Barreca, sono stati arrestati con le accuse di omicidio plurimo e soppressione di cadavere due presunti complici, una coppia di Palermo, Sabrina Fina e Massimo Carandente, che l'uomo avrebbe conosciuto in una chiesa evangelica. Loro si sono dichiarati innocenti.

Ma dall’analisi delle ultime ore di Antonella Salamone è emerso un elemento che potrebbe collocare i coniugi e confermare la loro presenza nell'abitazione della famiglia. A rivelare questo dettaglia a La Vita in Diretta, programma Rai condotto da Alberto Matano, è un pizzaiolo di Altavilla, dove la donna è stata vista una settimana prima della strage. Antonella compare infatti in un video ripreso dalle telecamere di sorveglianza del locale.

Il racconto del pizzaiolo: "Ha preso cibo per sette persone"

“Il 2 febbraio Antonella è venuta qui con suo figlio, il bambino piccolo, e ha preso qualcosina – ha detto l’uomo – ha ordinato delle pizze per l’indomani, il sabato: una familiare, una più piccola, mezzo pollo e quattro pezzi di rosticceria. Prendeva quasi sempre di meno, sicuramente c’era qualcun altro a casa, stando le cose come sono”.

Foto de La Vita in Diretta
Foto de La Vita in Diretta

Un ordine forse destinato a più persone? Un dettaglio che potrebbe avvalorare l’ipotesi dei complici, i due membri del gruppo religioso ‘Fratelli di Dio’ frequentato da Barreca. “A casa non rispondeva nessuno – ha concluso il pizzaiolo – il ragazzo che ha fatto il domicilio ha richiamato dicendo che non c’era nessuno e, dopo cinque minuti, ha richiamato dicendo ‘Sì, sono venuti a prenderli’. Ho chiesto al ragazzo chi fosse venuto a prenderli e mi ha risposto la moglie e lui, il signor Barreca, il marito. Gli abbiamo dato le cose, hanno pagato e se ne sono andati’”.

Ancora da chiarire quando e come sono morti la moglie e i due figli

Immagine

Resta ancora da chiarire l'esatta data della morte di Antonella e dei suoi due figli. Secondo una prima sommaria ricostruzione realizzata dagli inquirenti, la prima ad essere uccisa sarebbe stata proprio la 41enne. Secondo alcune fonti di stampa, addirittura il decesso risalirebbe agli inizi di febbraio, il pizzaiolo potrebbe quindi essere una delle ultime persone ad avere visto la donna viva. Come precisano fonti investigative a Fanpage.it, sarà l'autopsia fissata per sabato 17 febbraio a confermare o smentire le tempistiche.

133 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views