Incredulità e sconcerto a Spoleto dove nelle scorse un tragico incidente stradale ha portato via per sempre Cristina Crispini, trentenne del posto coinvolta sabato sera in un terribile schianto in strada nei pressi della stazione ferroviaria di Norcia. La tragedia si è consumata in pochi attimi quando, per motivi tutti da accertare, il motorino su cui viaggiava la ragazza si è scontrato violentemente contro una jeep dell'esercito  su cui viaggiavano alcuni militari in servizio. La trentenne si trovava in sella a una Vespa Piaggio guidata da un amico ed era di ritorno da una gita fuori porta con un gruppo di amici appassionati della Vespa. Tra di loro anche il fratello, già operatore del 118, che ha assistito all'intera drammatica scena senza poter fare nulla.

Il terribile impatto, infatti, si è rivelato fatale per Cristina che è stata sbalzata via dalla sella e ha battuto violentemente il capo a terra dove è morta praticamente sul colpo. inutili per lei i successivi soccorsi medici del 118 accorso sul posto dopo l'allarme lanciato dai presenti. Gli operatori sanitari hanno solo potuto constatarne il decesso. La Procura ha disposto l’autopsia sulla salma della trentenne che è stata trasferita a Perugia.

Soccorso e trasportato d'urgenza in ospedale invece il ragazzo alla guida del motorino, rimasto ferito gravemente. Vista la gravità dei fatti è stato allertato anche l'elisoccorso e ha provveduto al trasporto del giovane, un 33enne, all'ospedale di Perugia dove è stato ricoverato in codice rosso. Le sue condizioni sarebbero gravi e i medici si son riservati la prognosi. Illesi invece i militari a bordo della jeep coinvolta nel sinistro. Tanto il dolore in città quando la notizia della morte di Cristina Crispini si è diffusa. "Con la dolcezza del tuo semplice e contagioso sorriso. Ti ricorderemo sempre così" hanno scritto gli amici del Vespa Club di Spoleto.