1.070 CONDIVISIONI
9 Agosto 2018
11:16

Sindacalista Cisl distrugge la sua Ferrari in uno schianto con un cinghiale: “La ricompro”

La disavventura di Rossano Rossetti tra Pieve Torina e Villa Potenza, in provincia di Macerata: “Era buio, dopo l’urto è esploso tutto: è stato spaventoso”. Il sindacalista ha fatto denuncia alla Regione Marche per chiedere il risarcimento del danno.
A cura di Biagio Chiariello
1.070 CONDIVISIONI

“È stato spaventoso. Era buio, in auto tutto esploso. Ho avuto veramente paura”. Rossano Rossetti, sindacalista Cisl di Macerata, ammette di essersela vista davvero brutta: alcune sere fa, dopo aver investito un cinghiale, è finito fuori strada con la sua Ferrari 360 Modena, che ha poi preso fuoco finendo distrutta. L’uomo ha provato a spegnere le fiamme con l’estintore a bordo, ma “non c’è stato nulla da fare. Alla fine, mi sono rimasti solo la targa e lo stemma Ferrari”, spiega con amarezza al Resto del Carlino.

Era l’1.15 – racconta –. Con la mia compagna ero stato a una festa, poi l’avevo riaccompagnata a casa, a Pieve Torina, e stavo tornando verso casa mia, a Villa Potenza. Ma vicino alla Maddalena, dopo una curva mi sono trovato un cinghiale in mezzo alla strada. Evitarlo era impossibile, sebbene andassi a una velocità moderata, a 70 chilometri orari circa, non ho avuto neanche il tempo di provare a frenare e l’ho preso. A quel punto l’auto ha sbandato verso sinistra. C’era un muretto, e per cercare di non finirci addosso ho sterzato, ma ho completamente perso il controllo e alla fine sono finito nel canale di fianco alla corsia, contro una pianta, dal lato del senso di marcia in cui stavo camminando. Si sono attivati gli airbag, sembrava fosse esploso tutto. Io sono sceso, ma lì in mezzo, nel buio, non si capiva nulla. Ero anche spaventato perché non sapevo che fine avesse fatto il cinghiale. Ho chiamato il carro attrezzi, ma poi mi sono accorto che stavano partendo le fiamme, allora ho preso l’estintore che era a bordo e ho provato a spegnerle. Così mi sembrava di aver fermato il fuoco, e invece dopo qualche minuto è ripartito.

Per fortuna, non si è fatto nulla di grave, ma ora ha deciso di fare causa alla Regione per farsi risarcire il danno. “Ho già fatto la denuncia ai carabinieri, ma mi hanno detto di provare a vedere se si trova il cinghiale morto. Io ci sono stato con gli amici, ma non abbiamo trovato nulla. Ci riproveremo, ma chissà dove è finito – dice – ho poca speranza di ritrovarlo. Forse basteranno i peli rimasti sulla parte davanti dell’auto, a dimostrare che incidente ho avuto. Se qualcuno ha visto qualcosa, magari passando di lì in quel momento, potrebbe contattarmi”. Il sindacalista comunque non si perde d’animo: “Ricomprerò la Ferrari, e comunque bisogna andare avanti”.

1.070 CONDIVISIONI
Paola e Marialuisa morte sul colpo ad Argenta: l’auto sbanda e si schianta contro un albero
Paola e Marialuisa morte sul colpo ad Argenta: l’auto sbanda e si schianta contro un albero
184 di Videonews
Ruba il trattore, si schianta e ne ruba un altro: arrestato dopo doppio schianto
Ruba il trattore, si schianta e ne ruba un altro: arrestato dopo doppio schianto
Tragedia durante la caccia al cinghiale a Grosseto: muore colpito da proiettile di rimbalzo
Tragedia durante la caccia al cinghiale a Grosseto: muore colpito da proiettile di rimbalzo
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni