308 CONDIVISIONI

Sfugge all’alt, lascia l’auto e si mette in pigiama ma dimentica il telefono in macchina: arrestato a casa

Fermato contromano dai carabinieri a Catania, un 38enne è scappato a piedi lasciando la vettura dopo un lungo inseguimento ma in auto aveva dimenticato il telefono e i militari lo hanno raggiunto a casa. Era già in pigiama pensando di poter ingannare i Carabinieri.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Antonio Palma
308 CONDIVISIONI
Immagine

Scappato all’alt dei Carabinieri in auto, ha abbandonato la vettura ed è andato a casa dove si è messo in pigiama, pensando di farla franca, ma aveva dimenticato il telefono in auto ed è stato arrestato. L’assurdo episodio è avvenuto nella serata di ieri tra le strade di Catania e ha visto come protagonista in negativo un 38enne catanese con diversi precedenti penali alle spalle.

Tutto è iniziato quando l’uomo è stato intercettato per caso da una gazzella del Nucleo Radiomobile di Catania al volante di un’auto che percorreva una strada contromano. I carabinieri, che erano in perlustrazione nel quartiere “Barriera del Bosco”, lo hanno subito fermato intimandogli l’alt. Erano circa le ore 22 quando, invece di fermarsi, il 38enne al volante di una Toyota IQ di colore scuro si è dato alla fuga lungo via Pietro De Logu cercando di seminare la gazzella del nucleo Radiomobile.

A quel punto ne è nato un inseguimento a folle velocità durante il quale il 38enne, incurante dei pericoli per sé e gli altri, ha cercato di seminare i carabinieri con manovre spericolate di ogni tipo. Ha sbattuto a più riprese contro auto in sosta, danneggiandole, e ha cercato addirittura di mandare fuori strada la gazzella con delle manovre repentine e con continue sterzate.

Dopo aver attraversato gran parte del capoluogo etneo, l’inseguimento è terminato in un vicoletto senza uscita del quartiere San Cristoforo. Vista l’impossibilità di proseguire col mezzo, l’uomo è sceso in tutta fretta e si è dileguato a piedi, facendo perdere le sue tracce o almeno così credeva. Peccato per lui però che all’interno della vettura vi fosse ancora il suo smartphone con foto e altri dati.

Da accertamenti effettuati subito, grazie alla cooperazione con gli operatori della Centrale Operativa, la pattuglia di carabinieri infatti è riuscita a risalire in poco tempo al fuggitivo e alla sua abitazione, poco distante dal posto dove era stata lasciata la macchina. Quando i militari hanno bussato a casa sua, con grande sorpresa lo hanno trovato in pigiama col quale faceva finta di essere a letto. Una messinscena che non è servita visto che ad incastrarlo vi erano anche le chiavi dell’auto abbandonata, rimaste ancora nella tasca dei suoi pantaloni.

Dopo averlo accompagnato in caserma, i carabinieri hanno indagato sui motivi del gesto, scoprendo che l’uomo era già sottoposto alla misura alternativa dell’affidamento in prova ai servizi sociali, con la prescrizione di non poter uscire di casa prima delle ore 7 e dopo le ore 21. Inoltre un approfondimento dei Carabinieri del Comando Provinciale di Catania ha consentito di accertare che un’ulteriore motivazione della fuga era la stessa auto che era stata già sequestrata perché senza assicurazione. Per l’uomo sono scattate così le manette.

308 CONDIVISIONI
Torna a casa, aggredisce la moglie e inizia a distruggere il loro appartamento: arrestato
Torna a casa, aggredisce la moglie e inizia a distruggere il loro appartamento: arrestato
Lascia recensione negativa sulla casa in affitto, padrona invia alla moglie foto di lui con un’altra
Lascia recensione negativa sulla casa in affitto, padrona invia alla moglie foto di lui con un’altra
Lascia il figlio di 4 anni chiuso in auto da solo per ore perché "non voleva sciare": denunciata la madre
Lascia il figlio di 4 anni chiuso in auto da solo per ore perché "non voleva sciare": denunciata la madre
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views