Un ragazzo di sedici anni è caduto dal quarto piano di un condominio di Sarzana, nella provincia della Spezia. Forse ha avuto un malore e ha perso l’equilibrio, quel che è certo è che è finito sull’asfalto dopo un volo di una quindicina di metri. Secondo quanto scrive il quotidiano La Nazione, riportando la notizia, il giovane è ora ricoverato in rianimazione all’ospedale della Spezia, in gravissime condizioni. La prognosi è riservata: il sedicenne è in coma farmacologico. L’incidente è avvenuto intorno alle 9 di ieri, venerdì 8 novembre. Sotto choc la vicina di casa del sedicenne, testimone del drammatico incidente. La donna ha riferito di aver visto cadere il ragazzo e di non aver potuto far nulla per evitare l’incidente. A quanto emerso, al momento dell’incidente il sedicenne era solo a casa: non era andato a scuola, con il consenso dei genitori entrambi al lavoro, per una leggera indisposizione. I soccorsi sono stati allertati proprio dalla vicina di casa che ha assistito alla caduta.

Ipotesi incidente – Sul posto sono intervenuti il personale del 118, che ha praticato le prime cure al ragazzo, insieme a un’ambulanza della Pa di Sarzana. Il giovane è stato portato all’ospedale della Spezia. Con i soccorritori sono arrivati anche i genitori e gli altri familiari e una pattuglia dei carabinieri della compagnia di Sarzana. Dai primi accertamenti troverebbe conferma l’ipotesi di un incidente e di incidente parla anche il preside della scuola che il ragazzo frequenta: “La notizia è arrivata a metà mattinata e abbiamo avvertito anche i suoi compagni di classe che si chiedevano cosa fosse successo. Del resto il ragazzo molto difficilmente si assentava dalle lezioni. Siamo andati in classe e con l’aiuto di una psicologa abbiamo cercato di non creare allarmismi, anche perché non avevamo elementi per poter dire cose esatte. Noi abbiamo spiegato che si è trattato di un terribile incidente e che il loro compagno si trova ricoverato all’ospedale della Spezia per una grave caduta dal balcone di casa. Fra l’altro si tratta di un ragazzo bravo, che fa parte di una classe eccellente dell’istituto e lui è uno dei migliori. I suoi compagni hanno reagito nel migliore dei modi: pur affranti per l’accaduto, hanno seguito le lezioni pensando in questo modo di essere vicini al loro compagno che sta lottando per sopravvivere”. Il preside, che si è detto sotto choc per l’accaduto, ha aggiunto che la madre del ragazzo lavora nella scuola: “La nostra speranza è che il ragazzo riesca a riprendersi e sappia cancellare questo terribile incidente, tornando ad essere l’ottimo allievo che è”.