Tragedia a Nulvi, in provincia di Sassari, dove un vigile del fuoco è morto nel corso di un intervento di messa in sicurezza di un palo delle linee elettriche. A dare la notizia è lo stesso Corpo dei Vigili del fuoco, con un post di cordoglio su Twitter, accompagnato da un fiocco nero in segno di lutto, dove si legge:

"Durante intervento per la messa in sicurezza di un palo pericolante della linea elettrica, a Nulvi in provincia di Sassari, è deceduto un vigile del fuoco. Sono in corso gli accertamenti per stabilire le cause del drammatico incidente".

Dalle prime informazioni l'uomo sarebbe rimasto folgorato dai cavi dell'alta tensione.

Secondo "La Nuova Sardegna" la vittima, di 54 anni, si chiamava Tonello Scanu ed abitava ad Ossi. Il pompiere era intervenuto con una squadra del comando provinciale in località ‘Pala ‘e colora', sulla strada Serra Lusei, che collega il paese con la strada dell'Anglona, dopo che un cavo della linea elettrica si era staccato da un palo a causa del forte vento che nelle ultime ore ha colpito l'isola. Una scarica elettrica lo ha folgorato.

Inutile l'intervento dei soccorritori. Sul posto sono intervenuti il 118, i carabinieri della compagnia di Sassari per accertare la dinamica, altre squadre dei vigili del fuoco. La Procura della Repubblica locale ha aperto un'inchiesta. Sarà compito della magistratura fare luce sulla cause della tragedia.

Cordoglio anche da parte del Sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia, che ha scritto su Twitter: "Esprimo il mio cordoglio e la mia vicinanza alla famiglia del Vigile del Fuoco Tonello Scanu, cinquantaquattrenne che a Nulvi, in provincia di Sassari, ha perso la vita durante un intervento di messa in sicurezza di un cavo pericolante staccato da un palo della linea elettrica. Ogni giorno i Vigili del Fuoco mettono la loro vita a servizio della sicurezza dei cittadini, intervenendo lì dove c’è bisogno. Un abbraccio alla grande famiglia del Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco".