L’ex direttore di Rai 1, Teresa De Santis, fa causa alla Rai. La classica goccia che ha fatto traboccare il vaso dopo la sua sostituzione alla guida del principale canale del servizio pubblico è stato il successo del festival di Sanremo condotto da Amadeus. Amadeus che, rivendica De Santis, proprio da lei era stato scelto. Come ha ricordato negli scorsi giorni anche il presidente della Rai, Marcello Foa: “Amadeus l’ha scelto Teresa De Santis, lo ha voluto già dalla scorsa primavera e alla fine ha avuto ragione”. E così ora De Santis vuole fare causa a viale Mazzini.

Come spiega il Fatto Quotidiano, De Santis ritiene che questo Sanremo sia una sua creatura. Per ora non parla ufficialmente, ma chi la conosce sostiene che sia amareggiata e arrabbiata, considerando che il suo lavoro le sia stato sostanzialmente ‘scippato’. L’ex direttore di Rai 1 lamenta, peraltro, di non essere mai stata citata né ringraziata in questi giorni di Festival. Ed è quindi già andata in uno studio legale. Tanto che Repubblica riporta che la Rai ha già ricevuto una lettera dallo studio legale D’Amati, in cui si avverte che la "dottoressa De Santis ha dato mandato  per rappresentarla contro l'azienda per la rimozione avvenuta senza alcuna motivazione e a pochi giorni dall'inizio del festival di Sanremo da lei realizzato che sta ottenendo ascolti record”.

Nella lettera inviata dallo studio legale alla Rai si sottolinea anche un altro aspetto, non legato solamente a Sanremo. De Santis rivendica i “successi di ascolto e di critica della Rete ottenuti durante la sua direzione”. Ritenendo, di fatto, inspiegabile la sua rimozione che fu giustificata soprattutto dagli ascolti ritenuti deludenti. Mentre De Santis sostiene che con lei gli ascolti sarebbero aumentati, anche se di poco.